L’AVVERSARIO – Uno Stoccarda in caduta libera si affida ad Ibisevic

L’AVVERSARIO – Uno Stoccarda in caduta libera si affida ad Ibisevic

ROMA – Non si tratta certo del periodo migliore per mister Labbadia e il suo gruppo. Lo Stoccarda, dopo la netta sconfitta contro la Lazio, nell’andata degli ottavi di Europa League, viene superato anche dall’Amburgo, precipitando in classifica. Ora i biancorossi sono addirittura quintultimi. L’impegno infrasettimanale non ha certo giovato…

ROMA – Non si tratta certo del periodo migliore per mister Labbadia e il suo gruppo. Lo Stoccarda, dopo la netta sconfitta contro la Lazio, nell’andata degli ottavi di Europa League, viene superato anche dall’Amburgo, precipitando in classifica. Ora i biancorossi sono addirittura quintultimi. L’impegno infrasettimanale non ha certo giovato alla squadra dell’ex laziale Federico Macheda, come del resto è accaduto agli stessi biancocelesti fermati all’Olimpico dalla Fiorentina.

Lo Stoccarda si presenta a Roma con la voglia di chi vuole raggiungere un importantissimo traguardo, con la serenità di chi non ha nulla da perdere nella speranza di ribaltare quello che sembra un verdetto ormai scontato. Per centrare quella che in Spagna usano chiamare “la remuntada”. I tedeschi sperano soprattutto di trovare la stessa Lazio che è scesa in campo domenica scorsa contro i viola di Montella: una squadra irriconoscibile, completamente succube del gioco dell’avversario. E non quella che invece si è presentata al Mercedes-Benz Arena portando a casa una vittoria più che meritata.
Labbadia schiererà certamente la sua formazione migliore, sfruttando le doti di quei giocatori che fino ad oggi non gli hanno mai voltato le spalle. Okazaki, Traorè e Kvist avranno al loro fianco il giovane gioiello biancorosso Holzhauser – assente nella partita di andata. In attacco molto probabilmente non ci sarà Federico Macheda. Lì davanti agirà la coppia Ibišević-Harnik. Duetto offensivo che gode di molta più fiducia da parte del tecnico tedesco.

Non è facile arrivare a Roma e fare la partita. In pochi ci sono riusciti. I biancorossi cercheranno di sfruttare, poi, anche l’assenza del pubblico laziale. Lo stadio sarà vuoto a causa della pena inflitta alla Lazio dopo i comportamenti razzisti dei tifosi biancocelesti. Lo Stoccarda, inoltre, aveva fatto pressioni all’UEFA con la speranza di convincere i vertici del calcio europeo a permettere ai propri tifosi di assistere alla partita che si disputerà all’Olimpico. Sarebbe significato, per capitan Tasci e gli altri, giocare in un’atmosfera molto simile a quella di casa. In uno stadio estero con la sola presenza dei propri supporter. Uno strumento in più per aumentare la speranza e le forze da utilizzare contro un avversario estremamente difficile da battere.
“Nulla è già scritto”. Questo è il pensiero fisso di Bruno Labbadia e dei suoi giocatori. E’ da questa certezza che partiranno dalla Germania e si scenderanno in campo dando tutto quello che hanno a disposizione.
Non è ancora deciso nulla, ma sarà molto difficile riuscire a farcela.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy