G.Paparelli, «La Lazio nel sangue»

G.Paparelli, «La Lazio nel sangue»

Questa mattina su ‘Elle Radio’, durante la trasmissione ‘Ave Lazio’, è intervenuto Gabriele Paparelli, figlio dell’indimenticato Vincenzo. “Nel mio sangue c’è la Lazio, mio padre è morto per lei. Adesso spetta a me portare avanti questi colori, nella mia famiglia. Io la Lazio me la sento addosso. Mio padre ha…

Questa mattina su ‘Elle Radio’, durante la trasmissione ‘Ave Lazio’, è intervenuto Gabriele Paparelli, figlio dell’indimenticato Vincenzo.

“Nel mio sangue c’è la Lazio, mio padre è morto per lei. Adesso spetta a me portare avanti questi colori, nella mia famiglia. Io la Lazio me la sento addosso. Mio padre ha continuato a vivere in me anche grazie a tutte le volte che è stato ricordato. E’ giusto parlare di queste cose,ricordarle, anche per evitare che possano capitare in futuro. Secondo me oggi come oggi è possibile evitare certe cose. C’è stata una grande presa di coscienza dei tifosi, quelli odierni sono molto più consapevoli. Negli anni 80 era molto piu semplice avere una pistola in tasca piuttosto che un telefonino. Non bisogna dimenticare che stiamo parlando sempre di sport, dobbiamo tifare la nostra squadra. I cori contro mio padre? Mi fanno tantissimo male. Gli imbecilli ci sono sempre, che non capiscono il dolore che c’è dietro a queste tragedie. Io sono convinto che chi scrive ad esempio certe cose sui muri, non è nemmeno a conoscenza di quello che sta’ scrivendo. In passato, è anche capitato che io uscissi di casa prima di mia madre, facendo tutto il percorso che avrebbe dovuto fare lei per andare a lavoro e lo facevo per assicurarmi che non ci fossero scritte offensive verso mio padre o la mia famiglia.La Lazio di oggi? Io ho sempre la stessa passione, io amo la maglia. Andavo allo stadio ai tempi di Fiorini, il bello del ‘tifare Lazio’ è proprio questo. E’ una scelta che ho preso, avvalorata anche poi dalla morte di mio papà. Allora avevo 8 anni. Derby? Credo che quello dell’11 Novembre sarà dedicato a Gabriele, sicuramente lo ricorderanno. Penso che sarà una stracittadina all’insegna di Gabbo, come è giusto che sia.”

Roberto Maccarone – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy