Hernanes: “Riscatterò quel brutto rigore..”

Hernanes: “Riscatterò quel brutto rigore..”

ROMA – Il futuro è adesso, il 26 maggio. Altro che rinnovo, Hernanes cerca il riscatto: “Il rigore sbagliato nel derby mi ha lasciato una profonda tristezza. Avrei potuto regalare alla Lazio una straordinaria vittoria, anziché un misero pareggio. Ora voglio rimuoverlo dalla testa per non frustrarmi. Mica posso uccidermi.…

ROMA – Il futuro è adesso, il 26 maggio. Altro che rinnovo, Hernanes cerca il riscatto: “Il rigore sbagliato nel derby mi ha lasciato una profonda tristezza. Avrei potuto regalare alla Lazio una straordinaria vittoria, anziché un misero pareggio. Ora voglio rimuoverlo dalla testa per non frustrarmi. Mica posso uccidermi. E poi posso sempre rifarmi”. Eccolo, il Profeta. Torna in Patria. E difende i sostenitori biancocelesti dalle critiche d’oltreoceano: “Ogni tifoseria ha la sua parte politicizzata e violenta, ma è assurdo generalizzare. Io non posso dire nulla di negativo, mi trattano benissimo”. Il brasiliano vuole regalargli la gioia più bella. La testa è alla prossima finale di Coppa Italia. Ma non solo: “Voglio affermarmi e vincere con la Selecao. E’ il mio sogno”.


 

Si sta esercitando, da inizio stagione, con la maglia biancoceleste numero 8: “Quando è arrivato Petkovic, abbiamo parlato. Lui mi ha chiesto dove preferivo giocare, abbiamo analizzato insieme la posizione migliore e alla fine sono tornato nel mio ruolo originario. Anche perché non volevo proprio giocare in due maniere differenti nella Lazio e nella Nazionale. E’ molto più facile seguire una sola strada e non c’è stato alcun sacrificio sotto porta. Oggi sono pronto”.

 

Calcio e famiglia: “Dicono sempre che dietro un grande uomo, c’è una grande donna. Ma io penso di non essere nemmeno un grande uomo, anche se ho una grande donna”. Erika, sua moglie, la madre dei suoi tre figli. Hernanes se la coccola. Ma guai a dargli del romantico: “Io sono molto razionale in amore”. Riservato nella vita: “Preferisco praticare i miei hobby da solo, come suonare la chitarra. Sto migliorando giorno dopo giorno, anche nel canto”. Magari fra un mese uscirà il suo singolo: una serenata strimpellata sotto la Nord.

Alberto Abbate

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy