I compagni di Gazza, “E’ un grande”

I compagni di Gazza, “E’ un grande”

22-11-2012: un giorno da ricordare per tutti i tutti i tifosi della Lazio. Allo stadio Olimpico non andrà in scena solo il match contro il Tottenham di Villas-Boas, ma dopo 18 anni tornerà nella Capitale anche Paul Gascoigne. Il calciatore inglese a Roma non è mai stato dimenticato e il…

22-11-2012: un giorno da ricordare per tutti i tutti i tifosi della Lazio. Allo stadio Olimpico non andrà in scena solo il match contro il Tottenham di Villas-Boas, ma dopo 18 anni tornerà nella Capitale anche Paul Gascoigne. Il calciatore inglese a Roma non è mai stato dimenticato e il suo arrivo è un segnale positivo dopo gli ultimi anni passati nella cliniche di riabilitazione per disintossicarsi dall’alcool. “Siamo riusciti a portare per la partita con il Tottenham un giocatore che ha rappresentato la storia della Lazio, Paul Gascoigne – ha dichiarato il presidente Lotito – Con molta difficoltà mi sono cimentato nel recupero della persona, per contattarlo, ha avuto un atteggiamento estremamente positivo quando gli è stata prospettata questa opportunità perché l’ha riportato indietro nel tempo facendogli rivivere quei momenti, consentendogli di capire che l’affetto nei suoi confronti non è mai cessato. Faremo un giro di campo”. Insomma, una serata speciale per Paul e per tutto il popolo biancoceleste. La notizia è stata accolta con grande felicità anche dai suoi ex compagni di squadra. La redazione di Calcionews24.com ha contattato in esclusiva Fernando Orsi, Giorgio Venturin e Roberto Rambaudi.

Rambaudi: “Sono contento che si è ripreso e la sua presenza farà piacere a tanti tifosi. Lui era sempre allegro, ha avuto qualche problema e negli ultimi anni sta cercando di vincere questa partita. Un ricordo in particolare? Il gol nel derby è rimasto nella mente di tutti”.

Orsi: “Gli farà sicuramente piacere questa visita. La Lazio è stata una parentesi importante della sua carriera calcistica. Sono felice per lui, perché penso che abbia risolto in parte i suoi problemi. Poi è un evento importante perché riavvicina i tifosi alla società, spero che in futuro ci saranno altre iniziative come questa. Un aneddoto? Si, me ne ricordo diversi, però, me li tengo per me perché sono bei ricordi e le cose preziose non devono essere raccontate. Una partita in particolare? Giocò un grande gara contro il Torino e mi ricordo il gol nel derby al novantesimo. Lui di cose belle ne ha fatte ed è stato un giocatore importante per la società, ma non solo per i suoi gesti tecnici, soprattutto per il suo personaggio molto particolare. E’ un ragazzo puro e nonostante i tanti problemi che poteva avere dimostrava sempre il suo attaccamento alla squadra e per questo la gente lo adorava”.

Venturin: “Questa iniziativa della Lazio è veramente bella, anche perché Gascoigne sta attraversando un momento difficile della propria vita. Io non l’ho conosciuto molto bene, perché quando sono arrivato alla Lazio lui aveva subito un infortunio alla gamba, poi quando si è ripreso ha trovato poco spazio ed è tornato in Inghilterra”. Troppi infortuni per Paul: “Purtroppo nella sua carriera ha avuto 2-3 infortuni molto gravi e questo incide sulla carriera di un calciatore. Riprendersi da queste situazioni non è mai facile e non so se questo ha potuto influire anche sul suo percorso”.

Fonte: Calcionews24.com

Rob.Ma. – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy