I PRECEDENTI – Lazio a caccia del quarto successo contro le teutoniche

I PRECEDENTI – Lazio a caccia del quarto successo contro le teutoniche

ROMA – La Lazio, nel corso della sua storia europea, prima dello Stoccarda, ha incontrato in tutto quattro squadre tedesche nel suo cammino. Due risalgono alla massima competizione internazionale, la Champions League, contro Werder Brema e Bayer Leverkusen, due invece i confronti in Coppa Uefa contro il Borussia Dortmund e…

ROMA – La Lazio, nel corso della sua storia europea, prima dello Stoccarda, ha incontrato in tutto quattro squadre tedesche nel suo cammino. Due risalgono alla massima competizione internazionale, la Champions League, contro Werder Brema e Bayer Leverkusen, due invece i confronti in Coppa Uefa contro il Borussia Dortmund e Borussia Moenchengladbach. Interessanti risvolti per quanto riguarda il confronto contro la squadra giallonera di Dortmund. All’andata l’incontro, valevole per i quarti di finale della Coppa Uefa 1994/95, è terminato 1 a 0 per la Lazio, allora allenata da Zeman, che ha disputato una partita eccezionale all’Olimpico, colpendo anche un legno incredibile con Giuseppe Signori, e fissando il punteggio per 1 a 0, grazie ad un autogol di Reuter. Al ritorno, al Westfalenstadion che, per l’occasione, era una bolgia, la Lazio esce dalla competizione grazie ad una doppietta dell’ex di turno Riedle.

Un episodio curioso ha riguardato questa gara: Alen Boksic aveva abbandonato il campo, improvvisamente, forse per andare in bagno, lasciando, di sana pianta, la squadra capitolina in 10 uomini. Invece il doppio match contro il Bayer Leverkusen, ha sancito la prima partecipazione nella massima competizione europea della Lazio che, nonostante abbia vinto lo scudetto nel 1974, la sua partecipazione alla Coppa dei Campioni è stata bandita in seguito ai tafferugli scoppiati durante Lazio- Ipswich Town di Coppa Uefa. La Lazio impatta 1 a 1 in terra tedesca e bissa il punteggio anche a Roma. Era la squadra targata Eriksson, stagione 1999/2000. La Lazio poi ha passato il turno fermando il suo cammino nei quarti di finale contro il Valencia di Cuper. Andando più avanti nel tempo arriviamo al girone eliminatorio della Champions League 2007/08, a sbarrare la strada ai biancocelesti è il Werder Brema. All’andata la Lazio perde in terra tedesca per 2 a 1, vendicandosi, con lo stesso punteggio allo Stadio Olimpico, grazie ai gol di Rocchi e Pandev. Alla fine del girone la Lazio perderà la sfida decisiva contro l’Olympiakos che sancirà la sua definitiva uscita dalla competizione.

La squadra capitolina ha recentemente aggiornato la sua statistica contro le formazioni teutoniche andando a vincere per 2 a 0, all’Olimpico, contro il Borussia Moenchengladbach nello scontro valevole per il ritorno dei sedicesimi di finale di questa edizione della Europa League. Per quanto riguarda il discorso qualificazione è in perfetta parità: le squadre  tedesche hanno eliminato la Lazio in due occasioni, ma le aquile hanno ottenuto l’ingresso alla fase successiva altrettante volte. Con il recente passaggio del turno contro il Borussia Moenchengladbach ed includendo anche la sfida di andata alla Mercedes Benz Arena dello Stoccarda, vinta per 2 a 0, primo successo esterno della Lazio nelle competizioni europee contro una squadra tedesca, il bilancio totale dei confronti  recita così: tre pareggi, due sconfitte e quattro vittorie per la compagine biancoceleste. Contro lo Stoccarda quindi, la Lazio è a caccia della quarta vittoria interna contro formazioni provenienti della Germania, dopo i successi conquistati con Borussi Dortmund, Werder Brema e Borussia Moenchengladbach.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy