IL CASO – Supercoppa, la Juve presenta il reclamo

IL CASO – Supercoppa, la Juve presenta il reclamo

TORINO – La quiete prima della tempesta. Non ce ne voglia Giacomo Leopardi, ma questo gioco di parole, atto a creare un significato contrario al titolo della sua opera pubblicata nel 1831, descrive perfettamente quanto accaduto negli ultimi giorni intorno all’argomento Supercoppa Italiana. Dopo giorni di silenzi, occhiatacce e frecciatine,…

TORINO – La quiete prima della tempesta. Non ce ne voglia Giacomo Leopardi, ma questo gioco di parole, atto a creare un significato contrario al titolo della sua opera pubblicata nel 1831, descrive perfettamente quanto accaduto negli ultimi giorni intorno all’argomento Supercoppa Italiana. Dopo giorni di silenzi, occhiatacce e frecciatine, ecco cadere il primo fulmine a ciel sereno: la lettera di Andrea Agnelli, presidente della Juventus, a Maurizio Beretta, presidente della Lega di Serie A.

Uno scritto in cui si faceva riferimento agli articoli 9 e 10 dello Statuto della Lega Nazionale Professionisti di Serie A: “ E’ di competenza dell’assemblea la ripartizione delle risorse fra i soggetti partecipanti alle competizioni della Lega. Il Consiglio di Lega ‘propone la ripartizione degli incassi relativi alle gare di Supercoppa di Lega. Tale organo non è quindi competente a deliberare la ripartizione degli incassi della Supercoppa potendo infatti, ai sensi dello Statuto, ‘soltanto’ proporne la ripartizione». Un primo lampo, un’antitesi a quanto accaduto quest’oggi, quando dal quartier generale di Vinovo è partito il reclamo della Juventus alla Corte di giustizia federale contro la delibera del Consiglio di Lega, in data 27 Giugno, relativa alla ripartizione dei proventi della Supercoppa Italiana. Gong. Il secondo round è terminato.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy