IL CASO – Zarate-Lotito: nessuna conciliazione

IL CASO – Zarate-Lotito: nessuna conciliazione

Aggiornamento ore 21:05: Altro che conciliazione, si va allo scontro. Dopo circa un’ora e mezza di discussione si è conclusa la prima udienza dell’arbitrato sul caso Zarate. All’uscita bocche cucite dei protagonisti, che si sono distinti per i due diverse espressioni del volto: furioso quello di Lotito, scuro e chino…

Aggiornamento ore 21:05:

Altro che conciliazione, si va allo scontro. Dopo circa un’ora e mezza di discussione si è conclusa la prima udienza dell’arbitrato sul caso Zarate. All’uscita bocche cucite dei protagonisti, che si sono distinti per i due diverse espressioni del volto: furioso quello di Lotito, scuro e chino quello di Maurito.L’attaccante argentino ha esposto le sue motivazioni al presidente del collegio arbitrale Zaccheo, che deciderà o meno di accettare i famosi video prodotti come prova documentale.


Lo confermano le parole dell’avvocato di Zarate, professionista associato al famoso Studio Tortorella, che si è intrattenuto a margine della discussione per qualche breve dichiarazione: ”La conciliazione non c’è stata, ma era scontato. Aspettiamo per le strategie future. Prima c’è da capire se il collegio accetterà alcune prove, come ad esempio i video o le testimonianze. Poi si deciderà come andare avanti. Al momento non abbiamo una data per la prossima udienza”.


 

VIDEO – LOTITO E L’AVV. GENTILE (in caricamento)

VIDEO – AVVOCATO ZARATE (in caricamento)


ROMA – Incontro Zarate-Lotito: è iniziato il primo round. I due si trovano in questo momento faccia a faccia, per la prima udienza legata al caso del calciatore argentino, che ha chiesto la rescissione contrattuale per mobbing. Il gong è stato battuto alle ore 19, alla presenza del collegio arbitrale e dei rispettivi arbitri delle parti. Mauro Zarate è arrivato puntuale in compagnia del suo manager Luis Ruzzi, mentre il presidente Lotito ha fatto capolino con circa mezz’ora di ritardo, preceduto di qualche minuto dall’imprescindibile avvocato Gentile.

Il legale biancoceleste, prima dell’ingresso negli uffici preposti, si è concesso ai microfoni dei giornalisti presenti: ”Speriamo bene in questo primo incontro. Mi aspetto di conoscerci, con la speranza di una conciliazione. E’ quello che vogliamo fare, ma si fa in due. L’obiettivo della Lazio è quello di difendersi, resistere ed avere ragione. Il rischio che altri ricorrano a questa strategia in futuro? Fino ad ora non c’è stato nessuno, quindi non ne vedo il motivo”.

Aggiornamento ore 21:05

Altro che conciliazione, si va allo scontro. Dopo circa un’ora e mezza di discussione si è conclusa la prima udienza dell’arbitrato sul caso Zarate. All’uscita bocche cucite dei protagonisti, che si sono distinti per i due diverse espressioni del volto: furioso quello di Lotito, scuro e chino quello del’argentino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy