IL MATCH – Per Ciani serve un pronto riscatto

IL MATCH – Per Ciani serve un pronto riscatto

ROMA – La Lazio sta attraversando quello che possiamo tranquillamente definire il peggior momento della stagione. Esiste una situazione mette in guardia tutto il mondo biancoceleste. Non Klose, non l’attacco. Ma la difesa. Da quando il rendimento del reparto arretrato ha iniziato ad abbassarsi le buone prestazioni e i risultati…

ROMA – La Lazio sta attraversando quello che possiamo tranquillamente definire il peggior momento della stagione. Esiste una situazione mette in guardia tutto il mondo biancoceleste. Non Klose, non l’attacco. Ma la difesa. Da quando il rendimento del reparto arretrato ha iniziato ad abbassarsi le buone prestazioni e i risultati si sono pian piano allontanati. La difesa della Lazio è sempre stata tra le migliori del campionato, Marchetti ha addirittura avvicinato i record di imbattibilità della squadra. Biava, Dias ,Ciani e Cana. Da loro dipende l’equilibrio di tutta la squadra e tutti i risultati a cui si potrà arrivare.
Analizziamo principalmente il nuovo arrivato in maglia biancoceleste: Michel Ciani. Il francese è arrivato a Roma con il compito di vice Dias. Ultimamente il brasiliano ha giocato in modo altalenante sia per quanto riguarda le possibilità fisiche, sia per quanto concerne le prestazioni in campo. L’ambientamento per il francese non è stato molto facile. Entrare in una squadra che gioca insieme da parecchio tempo non è mai facile per nessuno. Ciani ha faticato, ma pian piano è riuscito a guadagnarsi la fiducia del tecnico e di tutti i compagni. Una serie di buone prestazioni, non senza qualche errore, hanno fatto pensare che anche quello dell’ex difensore del Bordeaux è stato l’ennesimo acquisto azzeccato di Lotito. Si probabilmente lo è. Non si può dire che il difensore sia un cattivo giocatore e non all’altezza della Lazio.

Le ultime partite hanno significato una svolta in negativo per tutti. Ciani compreso. Nella sfida contro il Siena, persa clamorosamente e senza mai creare problemi ai toscani, Michel non ha brillato. Errori suoi, vedi il primo gol nel quale Emeghara lo batte in velocità, anticipandolo e battendo di testa Marchetti. C’è da dire che in molti degli errori o dei falli commessi da Ciani non c’era la sua responsabilità, ma quella di Dias, altro difensore in un periodo completamente nero.
Nella sfida contro il Borussia Mönchengladbach toccherà scendere in campo al francese a causa della squalifica di Dias rimediata nella partita di andata con un doppio giallo.
Ciani dovrebbe chiudere qualunque spazio agli attaccanti tedeschi, con la collaborazione del suo compagno di reparto Biava.
Il francese può continuare a dimostrare le sue ottime doti allontanando lo spettro che, con le ultime prestazioni, si sta pian piano visualizzando sulle spalle del giocatore. La rinascita del reparto difensivo può iniziare con Ciani. Biava è l’unica certezza. Qualche tentennamento ce lo ha anche lui, è normale. Serve qualcuno che gli stia affianco, che lo supporti durante la partita, che sia prono a coprirlo e a proteggerlo nel momento in cui gli avversari si avvicinano all’area biancoceleste. Questo qualcuno, senza dubbio, può essere Michel Ciani.

Francesco D’Andrea

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy