IL MATCH – Precedenti: quella goleada nel 1998…

IL MATCH – Precedenti: quella goleada nel 1998…

Lazio e Fiorentina si sono affrontate, nel massimo campionato di calcio, allo Stadio Olimpico di Roma, ben 63 volte. Il bilancio è a favore dei padroni di casa che hanno vinto il match 31 volte contro i 12 successi della Viola, i pareggi invece sono stati 20. L’incontro che rimane…

Lazio e Fiorentina si sono affrontate, nel massimo campionato di calcio, allo Stadio Olimpico di Roma, ben 63 volte. Il bilancio è a favore dei padroni di casa che hanno vinto il match 31 volte contro i 12 successi della Viola, i pareggi invece sono stati 20. L’incontro che rimane più impresso nella memoria di tutti i tifosi della Lazio è il match andato in scena durante la ventiduesima giornata del campionato 1994/95. La sfida è terminata con una goleada biancoceleste: risultato finale 8 a 2 grazie alla quaterna di Casiraghi, Di Vaio, Boksic, Cravero e Negro, per la Lazio, i gol della bandiera della Viola sono stati messi a segno da Rui Costa e Batistuta. All’epoca era presente in tribuna anche l’allora Primo Ministro Dini che è rimasto impressionato dalla prestazione della squadra di casa, allenata all’epoca da Zeman. La vittoria più larga per gli ospiti, invece, si è verificata nella stagione 1959/60, uno 0 a 5 che porta la firma di Montuori e Hamrin autori di una doppietta insieme all’autogol di Carradori. In tutto sono stati messi a segno 166 gol, 109 per la squadra di casa, contro i 57 realizzati dagli ospiti. La Lazio segna di più nel secondo tempo con un totale di marcature pari a 58 contro le 5q del primo. La Viola conferma la stessa tendenza segnando 32 gol nella ripresa contro le 25 della prima frazione di gioco. Negli ultimi quattro match disputati a Roma, il bilancio è favorevole ai biancocelesti con tre successi ed un pareggio. La Viola non espugna l’Olimpico dalla stagione 2007/08 grazie ad un gol di Pazzini. Tra i bomber degli ultimi veni anni la palma del migliore va a Pierluigi Casiraghi autore di 5 centri, al secondo posto salgono Batistuta e Signori a quota tre, ultimo gradino del podio la occupano Siviglia, Kozak, Negro e Boksic a quota due marcature. Per quanto riguarda il capitolo scommesse se si vuole puntare sul successo interno, meglio scegliere il 3 a 0 avvenuto in cinque circostanze. Se si tenta il colpo grosso per il successo interno meglio puntare allora sull’8 a 2, oppure sul 5 a 0 avvenuti in una sola occasione. Sul successo esterno invece, per andare sul sicuro, meglio scommettere sullo 0 a 1 oppure 1 a 2, avvenuti con una frequenza di due. Per guadagnare qualcosa bisogna scegliere l’1 a 4 oppure il 3 a 5 avvenuti in una sola circostanza. Nella passata stagione la partita si è fermata sul punteggio di 1 a 0 grazie al gol messo a segno da Klose al trentanovesimo minuto del primo tempo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy