Il rebus di Floccari, specchio di questa Lazio

Il rebus di Floccari, specchio di questa Lazio

La Lazio è un rebus. Difesa, centrocampo e attacco sono ancora alla ricerca delle migliori disposizioni per ricalcare l’idea di calcio di Petkovic. Questione di interpreti, qualcuno dice. E parlando proprio di giocatori, uno dei più chiacchierati è Sergio Floccari. La situazione del 30enne attaccante calabrese è piuttosto complessa: di…

La Lazio è un rebus. Difesa, centrocampo e attacco sono ancora alla ricerca delle migliori disposizioni per ricalcare l’idea di calcio di Petkovic. Questione di interpreti, qualcuno dice. E parlando proprio di giocatori, uno dei più chiacchierati è Sergio Floccari. La situazione del 30enne attaccante calabrese è piuttosto complessa: di sicuro valore, è il naturale vice-Klose, Petkovic lo ha spesso utilizzato nelle amichevoli con buoni risultati (con il Galatasaraay la prestazione migliore), ma manca la piena fiducia. Questione di caratteristiche forse, dal momento che non ricalca le caratteristiche dell’attaccante che Vlado cerca: finalizzazione con grandi capacità di movimento. Floccari è una prima punta anomala, fa salire la squadra, conclude ma si sacrifica anche molto nel servire i compagni. E i gol ne risentono. Il ruolo di quarta punta se lo gioca con Kozak, dato che Klose, Zarate e Rocchi sono confermati e Alfaro in partenza. E sembra in vantaggio sul gigante ceco. Il pressing del Siena delle ultime ore però potrebbe portarlo lontano da Roma, sempre che le richieste di Lotito si abbassino e che ci si convinca ad andare incontro alle esigenza di Petkovic con l’acquisto di una punta a lui congeniale. La situazione di Floccari è volatile, incerta, come d’altronde la linea di questa società biancoceleste ancora in cerca di una propria identità.

 

Luca Bombieri – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy