IL RETROSCENA – “Una telefonata di Andreotti salvò la Lazio”

IL RETROSCENA – “Una telefonata di Andreotti salvò la Lazio”

ROMA – Giulio Andreotti: il politico, ma anche l’uomo di sport. Un uomo che è stato direttamente coinvolto in un passaggio fondamentale della storia biancoceleste, e grazie al quale la società dell’allora disastroso presidente Chinaglia fu messa in salvo nelle mani di Calleri. E’ quanto riportato da Repubblica.it, in uno…

ROMA – Giulio Andreotti: il politico, ma anche l’uomo di sport. Un uomo che è stato direttamente coinvolto in un passaggio fondamentale della storia biancoceleste, e grazie al quale la società dell’allora disastroso presidente Chinaglia fu messa in salvo nelle mani di Calleri. E’ quanto riportato da Repubblica.it, in uno splendido articolo a firma di Luigi Panella, di cui vi riportiamo lo stralcio relativo alla Lazio: “Troppo intelligente per capire che la diplomazia deve andare oltre il tifo(romanista ndr), Giulio Andreotti si interessa anche delle sorti dei cugini biancocelesti. Anche qui i ‘si dice’ imperano. Dopo la gestione nefasta dell’era Chinaglia e il tentativo non riuscito del successore Chimenti, la Lazio è sull’orlo del fallimento. Parte (?) quindi la telefonata di Andreotti all’amico imprenditore Renato Bocchi, che salva la società e lascia la presidenza all’altro socio acquirente, Gian Marco Calleri”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy