SPECIALE AURONZO – Il solito Petko: Sudore e divertimento. Si ferma Tounkara

SPECIALE AURONZO – Il solito Petko: Sudore e divertimento. Si ferma Tounkara

AURONZO DI CADORE – Day two del ritiro biancoceleste 2013, la parola d’ordine di Petkovic è sempre la stessa: lavoro e sudore. E nonostante il clima fresco della località dolomitica, entrambi sono puntualmente arrivati. Si parte subito forte con la prima corsa a stomaco vuoto stagionale, in perfetto replay di…

AURONZO  DI CADORE – Day two del ritiro biancoceleste 2013, la parola d’ordine di Petkovic è sempre la stessa: lavoro e sudore. E nonostante il clima fresco della località dolomitica, entrambi sono puntualmente arrivati. Si parte subito forte con la prima corsa a stomaco vuoto stagionale, in perfetto replay di quanto visto l’anno passato. Cardiofrequenzimetro al polso per tutti, il preparatore atletico Rongoni alla testa del gruppo e via! Tutti a correre intorno al lago. Due interi giri per una distanza di poco più di cinque chilometri e mezzo totali, a digiuno appunto, per bruciare più grassi e trovare al più presto il peso forma dopo le vacanze.

SI PARTE! – Una veloce colazione, una mezz’oretta di riposo e poi subito in campo per la seduta mattutina. Alle nove tutta la rosa disponibile era già in campo, in anticipo di un’ora rispetto l’orario in programma. E da quanto osservato il tecnico di Sarajevo ha fatto rispettare l’altro suo dogma: pallone e divertimento. Dopo una blando lavoro in paletra, seguito da una breve riunione tecnica, la sfera è infatti diventata protagonista. Inizialmente si è concessa ad esercizi di palleggio “libero” tra gruppi di tre elementi, con Rongoni inserito tra Keita e Tounkara, quasi a mettere subito sotto torchio i due giovani talenti della primavera. Dopo dieci minuti si passa al torello a squadre, con i 28 elementi sul campo suddivisi in due grupponi e tre “tori” all’interno di ogni cerchio. La sessione si conclude con possesso palla e pressing, con tre diversi gruppi impegnati, che a turno operavano un 2vs1 contro quello senza palla, che spesso il tecnico ha spronato: ”Dovete muovervi tutti insieme”.

PRIMO STOP – Altra preoccupazione di Petkovic è stata quella di far bere i suoi ragazzi con continuità e abbondanza, perchè nel frattempo il caldo ha iniziato a farsi sentire intensamente. Eh sì che che Tounkara ha bevuto, ma questo non gli ha impedito di fermarsi all’avvio dell’ultima parte dell’allenamento mattutino, concluso alle 12, dedicato al defaticamte un altro richiamo di stretching. L’ex Barcellona ha risentito di un fastidio poco sotto al gluteo della coscia destra e ha abbandonato il campo in compagnia del medico sociale Stefano Salvatori. Nel pomeriggio si potrà capire se per la giovanissimo aquilotto, quasi in lacrime di gioia dopo l’inaspettata convocazione, si potrà parlare o meno di sfortuna. Curiosità sui volti nuovi Novaretti e Vinicius, che per ora rispettivamente, hanno fatto sfoggio un un buon fisico e di un sinistro brasiliano. Alle prossime sedute per scoprire in due nuovi acquisti di casa Lazio. Oggi si riprende alle 17.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy