Cagliari-Roma, il Tar da ragione a Cellino

Cagliari-Roma, il Tar da ragione a Cellino

Mentre le indagini sullo stadio di Is Arenas hanno portato ieri all’arresto di tre persone (due dirigenti del Comune di Quartu e un imprenditore), per il Cagliari arriva una buona notizia in merito alla vicenda relativa alla gara Cagliari-Roma. Il Tar, infatti, ha emesso un’ordinanza con la quale ha sospeso…

Mentre le indagini sullo stadio di Is Arenas hanno portato ieri all’arresto di tre persone (due dirigenti del Comune di Quartu e un imprenditore), per il Cagliari arriva una buona notizia in merito alla vicenda relativa alla gara Cagliari-Roma. Il Tar, infatti, ha emesso un’ordinanza con la quale ha sospeso la decisione dell’allora Prefetto di Cagliari Balsamo, con cui veniva rinviata la gara con i giallorossi per motivi di ordine pubblico. Il Tribunale Amministrativo ha preso in considerazione il ricorso del Cagliari e ha annullato con sospensione di efficacia il decreto di rinvio della partita, investendo anche “tutti gli altri presupposti e/o comunque connessi”. In pratica, anche quella responsabilità oggettiva che al Cagliari è costato lo 0-3 a tavolino deciso dal Giudice Sportivo e dalla Corte Federale. Ora il TAR dovrà sentire le parti (Cagliari e Prefettura con la Commissione di Vigilanza), prima di arrivare a una sentenza definitiva, con prima udienza fissata per il 6 febbraio del 2013. Ora, dal punto di vista sportivo, il Cagliari attende che la Corte Federale depositi la sentenza con le motivazioni (15 giorni dal giorno della sentenza, emessa lo scorso 20 novembre) e poi avrà 30 giorni di tempo per presentare reclamo, in ultimo grado, all’Alta Corte del Coni. E se il TAR dovesse confermare le ragioni della società rossoblù, verrebbe meno quella responsabilità oggettiva che sta alla base delle sentenze fin qui emesse dai tribunali sportivi.

Gazzetta dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy