Klose premiato dalla Fiorentina

Klose premiato dalla Fiorentina

Non solo ricoscimenti per il gol verso il nostro Miro Klose. Il gesto che, l’attaccante tedesco ha fatto nella gara del San Paolo contro il Napoloi ha fatto parlare tutto il mondo, e domani in particolare il bomber laziale riceverà a Formello il Cartellino Viola, premio che la Fiorentina assegna…

Non solo ricoscimenti per il gol verso il nostro Miro Klose. Il gesto che, l’attaccante tedesco ha fatto nella gara del San Paolo contro il Napoloi ha fatto parlare tutto il mondo, e domani in particolare il bomber laziale riceverà a Formello il Cartellino Viola, premio che la Fiorentina assegna mensilmente a chi si contraddistingue per gesti di fair play.

Questo il comunicato ufficiale della società Viola:

Il Cartellino Viola per il mese di Settembre 2012 è stato assegnato dalla giuria al calciatore della Lazio Miroslav Klose. La targa verrà consegnata al giocatore domani mattina presso il centro sportivo della Lazio.”

 

 

Di seguito le motivazioni della scelta da parte della giuria:

“La giuria del Cartellino Viola ha deciso di assegnare il premio per il mese di settembre 2012 al calciatore della Lazio Miroslav Klose per il comportamento tenuto nel corso della partita Napoli-Lazio (3-0) del 26 settembre scorso: dopo aver realizzato un gol con un colpo di mano non visto dagli arbitri, l’attaccante laziale di fronte alle richieste degli avversari ha confessato l’irregolarità del suo gesto, inducendo il direttore di gara ad annullare la segnatura.

La sincerità del giocatore nel riconoscere il suo fallo è stata apprezzata dalla giuria, che ha paragonato il comportamento di Klose a quello di grandissimi campioni come Maradona e Henry, che in passato, in situazioni analoghe e altrettanto, se non ancor più, clamorose, si rifiutarono di ammettere di avere barato.

I componenti della giuria rappresentanti di ACF Fiorentina e del suo sponsor Mazda hanno ricordato un famoso gol segnato in posizione di fuorigioco conclamato proprio da Klose in un ottavo di finale di Champions League 2009-10 che portò all’eliminazione della squadra viola da parte del Bayern Monaco, ma hanno ritenuto di aderire alla decisione collettiva, apprezzando il valore del gesto del giocatore oggi alla Lazio, che merita un riconoscimento come atto di fair play significativo”.

Simone Davide

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy