2012, Klose e Mjelde ‘Re’ di Fair Paly

2012, Klose e Mjelde ‘Re’ di Fair Paly

MIRO KLOSE E IL PREMIO FAIR PLAY: Di questo 2012, saranno due i gesti di Fair Play che rimarranno scolpiti nella memoria di tutti. Il più bello in assoluto, riconosciuto unanimamente e premiato dalla Federazione tedesca in occasione di Germania-Svezia è andato al gioiello della Lazio, al bomber Miroslav Klose.…

MIRO KLOSE E IL PREMIO FAIR PLAY: Di questo 2012, saranno due i gesti di Fair Play che rimarranno scolpiti nella memoria di tutti. Il più bello in assoluto, riconosciuto unanimamente e premiato dalla Federazione tedesca in occasione di Germania-Svezia è andato al gioiello della Lazio, al bomber Miroslav Klose.



Si perchè, in quello che ormai si configura sempre più come un campionato marcio, macchiato dai vari scandali legati al calcioscommesse, il gesto di Klose, rimarrà uno dei più esemplari della storia del calcio. In Napoli-Lazio, match disputato lo scorso settembre al San Paolo, il centravanti della nazionale tedesca porta in vantaggio la sua formazione con un gol di mano. Gol convalidato dall’arbitro e che avrebbe portato in vantaggio la Lazio. Fragorose saranno le proteste dei partenopei e tempestiva la risposta del cecchino tedesco che, davanti all’arbitro non si tira indietro e confessa di aver toccato il pallone con la mano. Gol annullato tra scroscianti applausi e successiva vittoria per 3-0 della squadra di Mazzarri. Gesto questo non estraneo al codice comportamentale dell’ex Bayern visto e considerato che, anche nel 2005, lo stesso Klose disse ad un arbitro, che gli aveva fischiato un rigore a favore, di non aver subito alcun fallo.

 

MJELDE IN BRANN BERGEN-LILLESTROEM: Nel campionato norvegese invece, in Brann Bergen-Lillestroem, Mjelde giocatore in forza al Lillestroem restituendo il pallone agli avversari, involontariamente finisce per fare gol. La palla infatti, prendendo un effetto strano, rimbalza davanti al portiere avversario finendo clamorosamente in rete. Sarà proprio l’autore dell’involontaria rete a represtinare l’ordine e convince i suoi compagni a far segnare il Brann Bergen.

 

RM/Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy