Klose e Keita, sì al rinnovo. Si attende il doppio annuncio

Klose e Keita, sì al rinnovo. Si attende il doppio annuncio

ROMA – Keita ha già detto sì al rinnovo. Ora tocca a Klose e la Lazio attende la firma in queste ore. Due notizie emerse da tempo e di cui bisogna registrare gli sviluppi. Questi sono i giorni del tedesco. «Siamo a buon punto» spiegò il diesse Tare nel sabato…

di redazionecittaceleste

ROMA – Keita ha già detto sì al rinnovo. Ora tocca a Klose e la Lazio attende la firma in queste ore. Due notizie emerse da tempo e di cui bisogna registrare gli sviluppi. Questi sono i giorni del tedesco. «Siamo a buon punto» spiegò il diesse Tare nel sabato di Pasqua, prima della partita con il Torino. I colloqui sono agli sgoccioli, si stanno definendo i dettagli. Miro è pronto a dire sì alla Lazio. Manca solo l’ufficialità, attesa in queste ore. Rinnoverà per un’altra stagione con un ingaggio vicino ai due milioni di euro, quasi le stesse cifre e l’entità del contratto firmato nel 2011, quando lasciò il Bayern a parametro zero e decise di tentare l’avventura nel campionato italiano. La società biancoceleste lavora per definire tutto nei minimi dettagli e realizzare un doppio annuncio. Un segnale alla piazza e alla tifoseria: almeno dal punto di vista della comunicazione, la protesta dei tifosi forse sta producendo un effetto. Da Formello trapela qualche notizia, si può aggiornare lo stato dei lavori con maggiore facilità, si registra un principio di apertura. Molti altri passi andranno fatti e tutti aspettano le mosse di Lotito. Reja, più volte, ha spiegato e attende quattro o cinque rinforzi di spessore, giocatori da Lazio, da inserire in squadra per avviare un nuovo ciclo. E la società, mantenendo il proverbiale riserbo sugli obiettivi da centrare a giugno, almeno fa capire quanto ha già realizzato. L’acquisto di Djordjevic, centravanti serbo del Nantes, è stato ufficializzato intorno al 20 marzo. Nei prossimi giorni Lotito conta di annunciare il prolungamento del contratto di Klose e Keita. 

 

Balde Diao – Si parte dal ragazzino, già diventato un idolo dell’Olimpico. Ha appena compiuto 19 anni, sta incantando, la Lazio continuerà ad accompagnarlo in un processo di crescita iniziato nel 2011, quando venne portato in gran segreto a Formello. L’accordo per il prolungamento al 30 giugno 2018 è stato raggiunto, non è una novità, e non verranno inserite clausole di rescissione. Ci sono club in Europa che sarebbero già pronti a tirare fuori 20-25 milioni di euro per Keita Balde Diao, che invece continuerà a maturare alla scuola di Reja e Bollini. Questa è stata la stagione del suo lancio. Nella prossima dovrà consacrarsi. Tutti lo attenderanno. I dirigenti e il suo stesso procuratore lo hanno già avvertito. Si deve allenare meglio se vuole diventare un top player.

Miro – Keita rappresenta il futuro della Lazio, Klose è uno dei leader, il fuoriclasse da cui prendere l’esempio. La società ha puntato su Djordjevic e il tedesco nella prossima stagione potrà gestirsi con maggiore prudenza dal punto di vista fisico, garantendo in ogni caso l’inserimento del serbo. Due punte centrali forti, di sicuro affidamento, la promozione in prima squadra di Tounkara, altro gioiello della Primavera. Se Tare acquisterà un altro attaccante, avrà caratteristiche diverse, da esterno offensivo. Il progetto della Lazio (giova ripeterlo) punterà sul 4-3-3. E la Lazio ha tutte le intenzioni di riscattare Candreva dall’Udinese. Resterà accanto a Djordjevic, Klose, Keita, Felipe Anderson e un’altra punta esterna in arrivo. Dovrebbero bastare.

Corriere dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy