L’EX – Hernanes: “La capriola? Scherzando potrei dire che…”

L’EX – Hernanes: “La capriola? Scherzando potrei dire che…”

Non ha parlato solo di calcio, Hernanes, nell’Intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “Da quando leggo la Bibbia? Sono cresciuto in una famiglia cattolica, ma non avevo ancora capito bene cosa volesse dire esserlo. A 16 anni sono entrato in una chiesa e il pastore che stava predicando mi ha…

Non ha parlato solo di calcio, Hernanes, nell’Intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “Da quando leggo la Bibbia? Sono cresciuto in una famiglia cattolica, ma non avevo ancora capito bene cosa volesse dire esserlo. A 16 anni sono entrato in una chiesa e il pastore che stava predicando mi ha aperto la mente. Chiesi la Bibbia a mia mamma e da allora ogni giorno la leggo. Da quando sono Profeta? Il soprannome me lo diede una giornalista in Brasile, quando giocavo con il San Paolo. Ogni tanto citavo la Bibbia e profetizzavo la vittoria del campionato. Il San Paolo ne vincemmo tre di fila, in due c’ero anche io. Pentito di aver esultato con la capriola contro la Lazio? Scherzando potrei dire che pensavo che i tifosi laziali volessero rivederla, ma io come ho già detto avevo preso male la battuta di Lotito col quale mi sono abbastanza chiarito. Mi spiace che i laziali abbiano capito male. E quelle lacrime a Formello il giorno dell’addio fissate in un video che ha spopolato su internet? Era il giorno della partenza, ero molto emozionato. Avevo pianto anche prima, nello spogliatoio. Mi stavo facendo forza, non volevo farlo davanti ai tifosi…invece… Qualcuno in famiglia mi prende anche in giro perché non ho pianto per i miei figli. Oltre la Bibbia, cosa leggo? Mi piacciono i libri sulla psicologia umana.Se non avessi fatto il calciatore? Avrei fatto l’ingegnere civile. Sono affascinato da come certi grattacieli possano restare in piedi o da come certi ponti possano sopportare il passaggio delle auto. Per non parlare degli edifici storici: come hanno fatto a costruirli in epoche così lontane?. Se ho sempre giocato a centrocampo? Sono nato terzino destro, il mio primo gol da professionista l’ho fatto in quel ruolo” (fonte: Gazzetta dello Sport / fcinter1908.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy