ZOOM – La Germania vuole “scippare” Klose alla Lazio.

ZOOM – La Germania vuole “scippare” Klose alla Lazio.

(Pubblicato ieri 31/03 alle 20.28) di ALBERTO ABBATE ROMA – Quanto subbuglio in panzer, adesso sono di nuovo fastidiosi questi rumori. C’è l’eco, un ronzio e l’odore di crauti. Sempre più chiari i segnali fumo da Berlino. Fuochissimo. La Germania vuole scippare Klose alla Lazio e ora esce allo scoperto:…

(Pubblicato ieri 31/03 alle 20.28)

di ALBERTO ABBATE

ROMA – Quanto subbuglio in panzer, adesso sono di nuovo fastidiosi questi rumori. C’è l’eco, un ronzio e l’odore di crauti. Sempre più chiari i segnali fumo da Berlino. Fuochissimo. La Germania vuole scippare Klose alla Lazio e ora esce allo scoperto: “Credo che lo potremmo convincere. Dobbiamo considerare il futuro: l’idea è quella di accorpare tanti ex giocatori per creare un progetto – svela Bierhoff, ora dirigente della nazionale tedesca – ma dipenderà da Miro. È a stretto contatto con il direttore Hansi Flick, ha detto che un giorno vorrà prendere il patentino per allenare”. Vi avevamo anticipato della corte della Germania, dei contatti serrati negli ultimi mesi. Non a caso, qualche giorno fa Klose aveva sussurrato: “Ho già guardato molte delle nostre nazionali giovanili. Allenarne una è un compito che mi stuzzica”. Subito o fra un anno, dipenderà dalla Lazio. O meglio dalla Champions: con la qualificazione in tasca, il panzer prolungherebbe senz’altro di un anno l’addio. Sente già la musichetta, un ritornello che quasi un inno alla gioia del calcio.

LA STRATEGIA – Ne sono convinti Tare e Lotito, che gli avevano anche proposto di rimanere a Roma come tecnico o ambasciatore biancoceleste nel mondo (una sorta di Nedved). Miro intanto entra in lizza per il premio “German Football Ambassador”, miglior calciatore tedesco all’estero. In caso di vittoria, devolverebbe il denaro a un progetto sociale in Italia a scopo di beneficenza. Klose di cuore, ma non basta. La Lazio è appesa alla sua scelta. E’ tutto vero, non si sta muovendo affatto per un centravanti. La società è convinta che il tedesco rimarrà e, con Djordjevic, non lascerà alcun vuoto lì davanti. Scordatevi Immobile, Huntelaar, Gignac e compagnia bella. I bomber sono in casa, anche se uno rischia d’esplodere in extremis. Chissà, magari però è meglio guardarsi sempre intorno. Klose dell’altro mondo.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy