La Lazio parla sudamericano

La Lazio parla sudamericano

di FEDERICO TERENZI FORMELLO – La carica dei Mille, così i tifosi hanno deciso di bagnare la prima di Reja che ha riaperto le porte ai tifosi biancocelesti, la squadra aveva bisogno di questo, di risentire il calore dei propri beniamini. Tanti i cori per Mauri :”C’è solo un capitano!”…

di FEDERICO TERENZI 

FORMELLO – La carica dei Mille, così i tifosi hanno deciso di bagnare la prima di Reja che ha riaperto le porte ai tifosi biancocelesti, la squadra aveva bisogno di questo, di risentire il calore dei propri beniamini. Tanti i cori per Mauri :”C’è solo un capitano!” ed uno simpatico anche per Dias: “Levateje er Panettone!“. 

CATALDI COME BACK HOME – C’è anche la visita di un vecchio amico, Danilo Cataldi che sente ancora il profumo di scudetto cucito sulla maglia, ha voluto rendere omaggio a mister Bollini, secondo di Reja. I due parlano, si confrontano ed assistono alla partita dalla parte opposta della panchina, per seguire meglio la squadra.

LAZIO IMBALLATA – Nella prima frazione di gioco la Lazio tipo scende in campo con un 4-2-3-1, in porta Marchetti, che quindi dovrebbe aver superato i controlli effettuati in mattinata presso la Paideia, la linea difensiva formata da Konko, Dias, Biava e Pereirinha al posto di Radu che, quasi sicuramente sarà assente contro l’Inter. Ledesma e Onazi davanti alla difesa con Candreva, Hernanes e Lulic dietro a Miro Klose. Lazio lenta, imballata che addirittura va sotto per 1 a 0 contro i modesti avversari del Grifone Monteverde, prima che Klose salvasse la baracca davanti ai mugugni del pubblico sugli spalti

LAZIO SUDAMERICANA, KEITA INCANTA E GONZALEZ TERZINO – Nella ripresa Reja cambia tutta la squadra e la ridisegna con un 4-3-3. Berisha in porta, Gonzalez con il tutore riproposto terzino destro, al centro Ciani e Novaretti, sulla sinistra Vinicius, a centrocampo Cana, Ederson e Biglia, alle spalle di Keita, Floccari e Felipe Anderson. La Lazio cambia marcia con un Keita sugli scudi autore di 5 assist a fare il paio con la quaterna di Ederson, doppietta di Biglia e prima marcatura di Vinicius in biancoceleste. 10 a 1 il risultato finale: nella rirpesa la nota positiva è Biglia, più nel vivo dell’ azione e liberato da compiti difensivi affidati a Cana. Sugli esterni Keita e Felipe Anderson vanno che è una bellezza e la manovra è più veloce, un futbol bailado a tinte sudamericane. Reja osserva, non è detto che contro l’ Inter possa dare spazio al giovane Keita, arretrare Lulic come terzino per avere maggiore spinta sulla sinistra, dove l’ Inter potrebbe andare in difficoltà. Anche i tifosi vogliono Keita titolare, chissà che il buon Edy non possa dare retta alla voce del suo popolo che lo ha accolto in maniera piuttosto fredda. Questo era l’antipasto, con l’ Inter sarà tutta un’ altra portata, più prelibata e succolenta. Sperando che la Lazio possa aver tenuto nelle tasche qualche mortaretto da esplodere contro l’ Inter per festeggiare ad una vittoria davanti al suo pubblico meraviglioso.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy