VIDEO – Mattina di tattica. Prove di difesa e…

VIDEO – Mattina di tattica. Prove di difesa e…

AURONZO DI CADORE – La Lazio riprende la preparazione estiva dopo la prima giornata di riposo concessa da Petkovic ieri. Squadra sul campo adiacente allo Zandegiacomo per la fase iniziale di messa in moto atletica con saltelli e scatti, coadiuvata di esercizi di potenziamento muscolare in palestra. Felipe Anderson resta…

AURONZO DI CADORE – La Lazio riprende la preparazione estiva dopo la prima giornata di riposo concessa da Petkovic ieri. Squadra sul campo adiacente allo Zandegiacomo per la fase iniziale di messa in moto atletica con saltelli e scatti, coadiuvata di esercizi di potenziamento muscolare in palestra. Felipe Anderson resta negli spogliatoi per effettuare fisioterapia. Mentre la rosa lavora, sul terreno verde principale ecco i portieri allenarsi fra i KeeperDummy. Strakosha e Guerrieri saranno impegnati prima con Grigioni, poi con Petkovic per le prove tattiche. Assente Bizzarri per una borsite al gomito che si porta dietro da qualche giorno.

PALLAMANO E NON SOLO – Sul centrale con le porte regolamentari, i ragazzi agli ordini di Petkovic passano a lavorare sulla ricerca del compagno smarcato. Pallamano prima, gioco al volo con i piedi poi, con l’obiettivo di segnare unicamente di testa. Al termine dell’esercizio i giovani della rosa spostano la porta e si passa al possesso palla.
POSSESSO PALLA, PORTICINE MALEDETTE – Due squadre fratinate si affrontano in un piccolo rettangolo di gioco con quattro porticine. Pressing e possesso palla sono le richieste di Petkovic. Si può segnare solo dopo un numero minimo di passaggi. Porticine maledette da Antic che per salvare un gol di fa male alla caviglia: soccorso dallo staff sanitario esce senza lo scarpino, malconcio, dal campo.
PROVE TATTICHE – Prima dell’ingresso in campo dei giovanissimi del Lazio Summer Camp, desiderosi d’incontrare i propri beniamini, Petkovic prova la difesa a 3 e a 4. Nel primo caso in campo il modulo 3-4-3: Dias, Novaretti, Ciani; Konko, Mauri, Rozzi, Vinicius; Tounkara, Ederson, Kozak. Nel secondo caso prove con 12 uomini: Stankevicius, Cana, Biava, Radu; Keita, Ledesma (Onazi), Crecco, Lulic; Cataldi; Klose, Floccari.

Mirko Borghesi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy