Dopo Cavani, il Psg alla Nike: “Ora pure De Rossi”

Dopo Cavani, il Psg alla Nike: “Ora pure De Rossi”

ROMA (ESCLUSIVA) – Non bastava la Coppa Italia, povera Roma. Passato infausto, futuro incerto. Capitan futuro addio: “Per Cavani è fatta, per De Rossi ci vuole un altro po’, ma lo prenderemo. Statene certi”, l’ultimo sussurro dell’ex juventino Jean-Claude Blanc, attuale dg del Psg, prima di lasciare Roma. Era al…

ROMA (ESCLUSIVA) – Non bastava la Coppa Italia, povera Roma. Passato infausto, futuro incerto. Capitan futuro addio: “Per Cavani è fatta, per De Rossi ci vuole un altro po’, ma lo prenderemo. Statene certi”, l’ultimo sussurro dell’ex juventino Jean-Claude Blanc, attuale dg del Psg, prima di lasciare Roma. Era al telefono ieri al tramonto, una linea caldissima, in macchina al fianco del ds Leonardo. Dall’altra parte della cornetta? La Nike, prossimo sponsor del club parigino, che garantirà un contratto plurimilionario per la stagione 2014/15: la rapina in serie A non sarà solo un’operazione tecnica, ma un’autentica missione di marketing. Già centrato il primo testimonial: El Matador teletrasportato sotto la Torre Eiffel.

PRESO CAVANI PER 64,5 MILIONI – Sbarco di fuoco. Alle 10.15 di ieri Leonardo e Blanc arrivavano con un jet privato all’aeroporto di Ciampino, alle 11.15 stavano già nella sede romana della Filmauro. Pensavano di chiudere in fretta e furia per Cavani, con un’offerta da 40 milioni più Ibrahimovic. Niente baci alla francese dal vulcanico De Laurentiis, addirittura 6 ore di colloqui per raggiungere un incontro definitivo. Champagne stappato intorno alle 18.30 a via 24 maggio, nel salotto di casa del presidente del Napoli: il Matador saluta l’Italia per 64,5 milioni – commissioni comprese ( i 63 della clausola nelle casse partenopee) – e va in Ligue1. Lunedì o martedì verranno apposte tutte le firme sui contratti. E adieu.

“E FRA UN PO’ PRENDEREMO DE ROSSI” – Alle 19.15 (dovevano ripartire da Roma alle 17) Leonardo e Blanc lasciavano la residenza di De Laurentiis a un passo dal Quirinale e si separavano. L’ex allenatore del Milan raggiungeva a Capri la bella Billò, Jean Claude – prima di tornare a Parigi – veniva origliato (in esclusiva da Cittaceleste.it) in una telefonata bollente con un dirigente della Nike: “Purtroppo non c’è stato tempo. E’ presto, ma lo prenderemo De Rossi. Ci vuole un po’”. La trattativa con la Roma, nei programmi, doveva essere imbastita proprio ieri. L’affare Cavani ha stravolto ogni piano, ma presto partirà il vero assalto.

TERZO COLPO: HERNANES – Agenda fittissima. Roma e Lazio smentiscono appuntamenti col Psg. E non dicono bugie. Perché il blitz a Trigoria e Formello, rispettivamente per De Rossi ed Hernanes, non era stato comunicato alle due società capitoline. Proprio perché Blanc e Leonardo non sapevano quanto si sarebbe prolungata la discussione col Napoli. Ma nel loro tour era assolutamente prevista una visita a sorpresa a Trigoria e Formello. I dirigenti del Psg ne parlottavano un po’ in inglese, un po’ in francese, già di prima mattina. Intenzioni rimandate alla prossima catapulta infernale, dopo il week-end. Nonostante le smentite di rito, Roma e Lazio fremono per ricevere offerte shock per i loro campioni: dopo Cavani, la priorità francese si chiama De Rossi. Per 30 milioni (Il Psg non ne offrirebbe però più di 25), Lotito si augura non si dimentichino di Hernanes. Una bella profezia.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy