#LAFINALE – Allegri: “Lotito ha fatto bene a scegliere Pioli”

#LAFINALE – Allegri: “Lotito ha fatto bene a scegliere Pioli”

ROMA – Corteggiato da Lotito, Allegri sta vincendo tutto alla Juve: “Ho fatto una chiacchierata col presidente quest’estate, poi lui ha scelto Pioli e ha fatto bene. Quest’anno sta dimostrando grandi qualità, nel grande campionato della Lazio c’è tanto merito dell’allenatore”. La Juve non è sazia, Allegri ha promesso almeno…

ROMA – Corteggiato da Lotito, Allegri sta vincendo tutto alla Juve: “Ho fatto una chiacchierata col presidente quest’estate, poi lui ha scelto Pioli e ha fatto bene. Quest’anno sta dimostrando grandi qualità, nel grande campionato della Lazio c’è tanto merito dell’allenatore”. La Juve non è sazia, Allegri ha promesso almeno una doppietta: “Paragonerei la mia squadra a una tigre. E’ una partita diversa rispetto agli scontri con la Lazio in campionato. E’ una gara secca, ci sarà molto equilibrio e non è detto che si risolverà nei 90 minuti. La Coppa Italia era il secondo obiettivo della stagione, vincerla sarebbe la cosa migliore per preparare al meglio la Champions. Il valore delle due Coppe è uguale”. I bianconeri sono strafavoriti in Italia: “La Juve ha vinto quattro campionati perché la società ha lavorato bene, quest’anno abbiamo fatto un buon lavoro. Non è mai facile rivincere, il prossimo anno sarà ancora più difficile. Non ci sarà affatto noia”. All’Olimpico Allegri ha festeggiato il suo primo scudetto rossonero: “Speriamo mi porti fortuna questo stadio”. 

 

 

IL TIMORE – Sembra motivatissimo, anche Chiellini: “Impossibile annoiarsi con i successi. Io sono stato qui sei anni senza vincere nulla. Per raggiungere gli obiettivi finali anche quest’anno abbiamo dovuto tirare fuori il meglio di noi stessi. Abbiamo ancora tanta voglia di festeggiare. Questa finale è speciale perché questa Coppa ci manca da 20 anni. In 10 anni ne abbiamo giocata solo una e non ci è ancora andata giù di averla persa. Noi pensiamo solo alla partita di domani, ce la siamo conquistata questa finale. Poi penseremo a Berlino. Faremo di tutto per vincere con la Lazio, ma è ancora presto per parlare di Triplete. Dobbiamo fare tanta strada”. Il difensore pronto a fronteggiare Felipe Anderson, lo teme parecchio: “Il brasiliano può iniziare a essere considerato solo Felipe Anderson senza altri paragoni con Neymar o Cristiano Ronaldo. E’ cresciuto tanto e ha fatto vedere delle doti incredibili. Non è più una promessa, ma un talento vero. Mi auguro che domani non stia bene, sia stanco. E’ l’emblema del campionato fatto dalla Lazio. Da Klose e Candreva ce lo saremmo aspettati, l’esplosione di Anderson ha fatto fare al club biancoceleste un salto di qualità”.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy