L’albero di Cittaceleste: Regali per..

L’albero di Cittaceleste: Regali per..

ROMA – Nel giorno di Natale, Cittaceleste vuole offrire i suoi personalissimi regali a tutto lo staff della Lazio. Con i migliori auguri affinchè si possa realizzare ogni loro desiderio, ma anche quelli dei tanti tifosi che li/ci seguono. Intanto, cosa troveranno sotto l’albero? Marchetti: Una maglia azzurra. Tanto valgono…

ROMA – Nel giorno di Natale, Cittaceleste vuole offrire i suoi personalissimi regali a tutto lo staff della Lazio. Con i migliori auguri affinchè si possa realizzare ogni loro desiderio, ma anche quelli dei tanti tifosi che li/ci seguono. Intanto, cosa troveranno sotto l’albero?

Marchetti: Una maglia azzurra. Tanto valgono le sue prestazioni, delle quali forse il solo babbo Natale si è accorto

Bizzarri: Un futuro da titolare. Secondo affidabile, meriterebbe un finale di carriera da numero 1.

Carrizo: Un pulsante di reset. Contro il Siena ha fatto vedere perchè era considerato il miglior portiere del SudAmerica

Diakitè: Una penna. Il rinnovo è lì, basta mettere una firma…

Dias: Tanta salute. Negli ultimi due anni gli infortuni ne hanno condizionato il rendimento

Biava: Un altro anno in biancoceleste. Il regalo è già pronto, dopo gennaio lo scarterà

Ciani: Un social editor. Il suo profilo twitter è quasi un lavoro..

Stankevicius: Un tendine nuovo di zecca. Daltronde lui vorrebbe correre via..

Scaloni: Qualche presenza in più. Tanto impegno meriterebbe un poco più di visibilità nell’ultima stagione laziale

Cavanda: Forbici. Serve un taglio meno wild per il giovane e forte terzino

Radu: I capelli di Cavanda! Così Mauri non lo prenderà più in giro..

Konko: Un divano. I tifosi lo chiamano Kon-komodo…ma quando si alza fa vedere il suo valore. Eccome!

Lulic: Un DvD dell’anno scorso. La Lazio ha bisogno del migliore Speedy per correre verso la Champions

Gonzalez: Polmoni di riserva. El Tata è uno degli imprescidibili, sia mai che rimanga a corto di fiato

Cana: Un’armatura. Un “guerriero” ne ha bisogno e, fino a giugno, le battaglie saranno tante

Ledesma: Un fascia da capitano. L’ha lasciata solo per un maleagurato caso contrattuale, sarebbe il giusto premio per la sua dedizione

Mauri: Una vittoria schiacciate. Ma non in campo…

Hernanes: Uno specchio. Per ripetere nei minimi dettagli il fantastico girone d’andata

Ederson: Un miracolo. La sensazione è che serva un intervento divino per frenare l’ecatombe di infortuni degli ultimi anni

Onazi: Una bibbia. Ancora? Ma si, al giovane nigeriano piace pregare. E visti i risultati…

Brocchi: Fuochi d’artificio. Basta problemi fisici, questa carriera si deve chiudere con il botto!

Rozzi: Un gol. Al giovane talento laziale manca solo la gioia della prima rete con la maglia che ama

Rocchi: Restare e segnare. Al bomber veneziano mancano poche reti per raggiungere Bruno Giordano

Kozak: Una lima. C’è qualche spigolo da smussare, dopodichè il giocatore è fatto

Floccari: Una promozione. Che il vice-Klose possa essere lui?

Klose: Elisir di lunga vita. Fino a 140 anni ci starebbe tutto..

Zarate: Pace e serenità. All’argentino sembra mancare proprio quello…

Lotito: Una poltrona. Vota Lotito! Vota Lotito!…

Tare: Un viaggio. Solo all’andata, con un bell’acquisto al ritorno…

Petkovic: Il contratto di Keller. L’avete visto Keller? Cinqu’anni!!!!


F.P. – Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy