L’applauso di Baronio: ‘Lazio impressionante’

L’applauso di Baronio: ‘Lazio impressionante’

ROMA – Dopo i consensi ricevuti a margine della bella vittoria contro il Palermo, la Lazio convince sempre più addetti ai lavori e ex-giocatori. Uno di questi è Roberto Baronio, che attraverso i microfoni di Lazio Style Radio, fa il punto sul momento biancoceleste: “Il mio giudizio è positivo, soprattutto…

ROMA – Dopo i consensi ricevuti a margine della bella vittoria contro il Palermo, la Lazio convince sempre più addetti ai lavori e ex-giocatori. Uno di questi è Roberto Baronio, che attraverso i microfoni di Lazio Style Radio, fa il punto sul momento biancoceleste: “Il mio giudizio è positivo, soprattutto dopo l’ultima partita col Palermo. Mi ha impresionato la tenuta fisico-atletica, con una squadra che ha corso tantissimo fino al 90′. Se la Lazio è questa possiamo stare ababstanza tranquilli, anche se le insidie sono dietro l’angolo”. 

SOSTA: “In questo momento serve soltanto a qualche giocatore che ora sta fuori, o magari per provare qualcosa di nuovo. Probabilmente non serviva, perchè la squadra stava andando alla grande, ma dato che c’è spero che venga sfruttata per continuare a lavorare in previsione futura”.

PRECAMPIONATO: “Dipende sempre da come si lavora, c’è chi riesce ad essere più brilante da subito e chi invece ci mette di più ad ingranare. E’ facile dare giudizi affrettati nel precampionato, ma l’esperienza insegan che bisogna sempore aspettare. Chi ha fatto questo lavoro sa che certe sconfitte in quel momento contanto poco, Petkovic ha fatto delle prove per capire come sfruttare al meglio i suoi giocatori. Sapeva secondo me, che nel momento in cui le partite sarebbero contate veramanete, la squadra ci sarebbe stata”.

GIOCO: “Di base la rpeparazione pre-campionato è fondamentale. Secondo me hanno impostato una preparaz calcolando la competizione europea, speriamo che Petkovic con uan rosa così ambpia, sia così bravo a far girare un pò i giocatori e mantenre in forma quelli più utilizzati. Se Klose sta al massimo della condizione dietro di lui puoi mettere chiunque, ma si parte da una base di qualità come Hernanes, Mauri e Candreva, senza contare Ederson”.

MERCATO: “La Lazio è stata criticata per il mercato, io sono il primo a dire che servivano 2-3 tre giocatori di livello, ma l’organico è importante e tutti si conoscono molto bene. Il mantenimento di giocatori importanti è la prima cosa per costriure un progetto, come Hernanes e Marchetti. Di lui si parla poco, ma come lui ce ne sono pochi ed è secondo solo a Buffon”.

OBIETTIVI: “Tolta la Juventus, Inter e Milan sono un incognita perchè hanno cambiato tanto, mentre le altre squadre, come Roma e Fiorentina che si sono rinforzate parecchio, sono da scoprire. MEtto tutte sullo stesso piano, non vedo corazzate che ammazzano il campionato. Di primo acchitto metterei la firma per giocarmi un posto nelle prime tre e mantenere la supremazia cittadina, è difficile ma la mia speranza è quella. Poi mi auguro di non vedere tutti gli infortuni dell’anno scorso”.

SORTEGGIO: “Non semplice. La più abbordabile è il Maribor, ma abbiamo visto negli anni passati che in EL ci sono sempre delle difficoltà. A maggior ragione per la presenza di Tottenahm e Panathinaikos. L’Europa non è l’Italia, ci sarà da giocarsela per andare avanti. Bisognerà andare in campo e dare il massimo anche contro avversari che pensi siano più forti di te. A livello numerico la rosa c’è, forse manca un pò di qualità e di esperienza europea, che vedo solo in Miro Klose che qualche mondiale l’ha fatto”.

EDERSON: “Sono curioso di vederlo all’opera. Mi è capitato di vederlo col Lione, qualcosa ha fatto vedere. Qualcuno dovrà uscire per fargli posto, ma se asi vuol fare una grande squadra è normale e i compagni dovrebbero capirlo. Aspettiamo a giudicarlo finchè non sarà al 100% fisicamente”.

F.P.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy