Passano i ‘Canarini’, ma onore all’Aquila..

Passano i ‘Canarini’, ma onore all’Aquila..

ROMA – La Lazio c’è. La Lazio è scesa in campo per portare a casa quel risultato che la porterebbe dritta alle semifinali di Europa League. Un traguardo che una società come quella biancoceleste non vede ormai da troppi anni.Durante il primo tempo la compagine di Petkovic fa tutto quello…

ROMA – La Lazio c’è. La Lazio è scesa in campo per portare a casa quel risultato che la porterebbe dritta alle semifinali di Europa League. Un traguardo che una società come quella biancoceleste non vede ormai da troppi anni.
Durante il primo tempo la compagine di Petkovic fa tutto quello che dovevafare tranne i gol. Il mister della Lazio schiera una formazioni in parte inedita in parte logica e intuitiva, soprattutto valutando le poche pedine che il tecnico croato ha a disposizione. Biava terzino, Gonzalez out. Kozak in attacco, Miroslav Klose in panchina.
Dai primi minuti si intuisce subito che piega prenderà la partita con la squadra di casa intenta a cercare il prima possibile il gol del vantaggio e che porterebbe la situazione totale sul 2 a 1. La Lazio ci prova, più di una volta . Probabilmente quello che serve è un po’ più di precisione negli ultimi metri. Il Fenerbahce sta a guardare pronto a colpire in contropiede. Cosa che non riesce a fare praticamente mai.
Tutta la prima parte va avanti con la Lazio padrona del campo, pericolosa in un paio di occasioni ma mai troppo pericolosa.

Secondo tempo – Si torna in campo con gli stessi ventidue della prima parte. La Lazio ricomincia da dove aveva lasciato. A Petkovic non va bene. Arriva il 55simo e ecco che entra Klose al posto di Biava. Lazio super-offensiva. Tutta in avanti. La presenza di Klose si fa sentire. Fa paura solo con la sua aurea. La squadra romana continua l’attacco e poco dopo con un cross dalla destra Lulic di testa segna il gol del vantaggio.
La Lazio ci crede, i turchi iniziano a tremare. Dopo una piccola parentesi in cui i laziali hanno mollato un po’ e nella quale i giallo-blu hanno avuto un po’ di possesso palla. Nel momento in cui i biancocelesti erano tornati in avanti ecco che giunge il gol del Fenerbahce che chiude definitivamente le porte alle semifinali di Europa League per i ragazzi di Petkovic.

Più nulla da perdere – A questo punto non resta che tentare il tutto per tutto. Dentro anche Floccari e Rozzi. Lazio completamente a trazione anteriore. In campo da qualche minuto ormai non ha più nessun tipo di schema o tattica. Si tenta il tutto per tutto nella speranza di trovare quello che sarebbe un miracolo sportivo. Con una Lazio così sbilanciata in avanti è logico assistere alle sortite offensive dei turchi che, rispetto alla prima parte del match, si trovano molto più spesso al cospetto di Marchetti.

Finale – La partita finisce con la Lazio che non molla un colpo, attaccando a testa alta fino alla fine della partita, in modo da onorare il più possibile l’impegno europeo. La Lazio esce senza rimpianti, ha dato tutto quello che doveva, non risparmiandosi mai.
Ora la testa dovrà essere solo per campionato, obiettivo terzo o quarto posto, e alla finale della Coppa Italia.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy