Lazio, “confusione” Dias. Vicino all’addio,ora si parla di rinnovo.

Lazio, “confusione” Dias. Vicino all’addio,ora si parla di rinnovo.

ROMA – Da separato in casa a reintegrato, a protagonista. Ed ora, dulcis in fundo, potrebbe arrivare il rinnovo contrattuale. Davvero strana la parabola stagionale di Andre Dias. In estate era dato per sicuro partente. Aveva ancora un anno di contratto con la Lazio, ma pareva aver deciso di anticipare…

ROMA – Da separato in casa a reintegrato, a protagonista. Ed ora, dulcis in fundo, potrebbe arrivare il rinnovo contrattuale. Davvero strana la parabola stagionale di Andre Dias. In estate era dato per sicuro partente. Aveva ancora un anno di contratto con la Lazio, ma pareva aver deciso di anticipare di un anno il rientro in Brasile e il club era pronto ad accontentarlo. Poi il dietrofront, con la scelta di restare. Ma la prima parte della stagione è stata malinconica per Dias. Petkovic lo ha bocciato dopo la prova opaca in Supercoppa, escludendolo dalla lista Uefa. E poi non ne ha voluto sapere di recuperarlo alla causa, nonostante la buona prova (e il gol segnato) col Sassuolo.

 

LA SVOLTA – Ma con il ritorno di Reja è cambiato tutto. Il difensore brasiliano è tornato subito titolare, facendosi trovare pronto. Ed è così tornato ad essere un punto fermo della Lazio tanto che ora, a sorpresa, la Lazio sta pensando di prolungargli il contratto. Nei prossimi giorni ci sarà un incontro con i suoi agenti: l’ipotesi è di allungare di un anno la sua permanenza in biancoceleste. La stessa prospettiva (prolungare di un anno) viene valutata per gli altri «vecchietti» della rosa: Biava e Klose. Diverso il discorso per Mauri, altro senatore col contratto in scadenza. Nel suo caso il prolungamento potrebbe essere più lungo, anche perché Mauri ha 34 anni contro i quasi 37 di Biava, i quasi 36 di Klose e i quasi 35 di Dias.

Gazzetta dello Sport

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy