Lazio: Mauro Zarate strappa applausi..

Lazio: Mauro Zarate strappa applausi..

Sale il valore dell’avversario e cala il numero di gol. Ma la Lazio di Petkovic continua a mandare segnali incoraggianti. Dopo le reti a grappoli contro i valligiani dell’Auronzo (14-0) e del Cadore (11-0) contro il Montebelluna, squadra di Serie D, i biancocelesti si fermano a un più umano 6-0.…

Sale il valore dell’avversario e cala il numero di gol. Ma la Lazio di Petkovic continua a mandare segnali incoraggianti. Dopo le reti a grappoli contro i valligiani dell’Auronzo (14-0) e del Cadore (11-0) contro il Montebelluna, squadra di Serie D, i biancocelesti si fermano a un più umano 6-0. Confermando però di essere già a buon punto sia come condizione atletica sia a livello tecnico. Il doppio impegno nel giro di ventiquattr’ore (venerdì col Cadore e ieri col Montebelluna) ha insomma lasciato sensazioni positive in attesa dei test della prossima settimana contro Siena e Torino che, visto il valore degli avversari, daranno indicazioni molto più rilevanti.

Zarate e Candreva – Nel frattempo Petkovic può continuare a lavorare con una certa tranquillità. Sia nella versione 4-4-2 (proposta nella prima ora di gara) sia in quella 4-2-3-1 (esibita nella mezzora finale con interpreti completamente diversi) la Lazio ha mostrato di avere un’idea di gioco ben precisa, con sfruttamento sistematico delle fasce e continue sovrapposizioni. Un collettivo che dà l’idea di poter funzionare, con dei singoli che sono già (quasi) in forma campionato.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Roberto Maccarone – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy