MERCATO – Lazio muoviti, su Biglia rischio parapiglia

MERCATO – Lazio muoviti, su Biglia rischio parapiglia

ROMA – “Servono giocatori di provata esperienza internazionale per accrescere il tasso tecnico della squadra e li abbiamo già individuati”. Così Lotito nella giornata di ieri. Uno di questi è Lucas Biglia, regista classe ’86 argentino (con passaporto italiano), in forza ai belgi dell’Anderlecht, che risponde all’identikit tracciato da presidente…

ROMA“Servono giocatori di provata esperienza internazionale per accrescere il tasso tecnico della squadra e li abbiamo già individuati”. Così Lotito nella giornata di ieri. Uno di questi è Lucas Biglia, regista classe ’86 argentino (con passaporto italiano), in forza ai belgi dell’Anderlecht, che risponde all’identikit tracciato da presidente e direttore sportivo, sottoscritto da Vladimir Petkovic per rinforzare una rosa che anche nella prossima stagione affronterà l’urto delle tre competizioni. Una trattativa già avviata da tempo, che vive in questi giorni i suoi momenti più caldi e che potrebbe risolversi tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima.

TRATTATIVA SERRATA – I due club stanno negoziando le modalità di pagamento della cifra pattuita, di 6.3 milioni di euro premi compresi, mentre esiste già un accordo di massima con il calciatore sulla base di 1.5 milioni annui per contratto quadriennale. Sembrerebbe tutto fatto, ma la concorrenza non manca ed è ancora viva. Non spaventa la proposta dello Spartak Mosca, disposto a versare l’intero importo della clausola rescissoria di 8 milioni, perchè Biglia vuole espressamente l’Italia e il suo club vuole accontentarlo. “E’ con noi da sei anni e si è comportato da professionista esemplare, vogliamo andare incontro alle sue volontà”, il sussurro della dirigenza biancoviola. Musica per le orecchie della socità capitolina, che spera di portare a casa il nazionale argentino, in grado di alternarsi con Cristian Ledesma o anche dare vita d una coppia tutta muscoli, cervello e fantasia.

GARA A TRE – Più pericoloso invece, l’inserimento della Fiorentina, pronta a rilanciare per strapparlo dalle mani ormai protese del Diesse Tare. Mercoledì scorso il blitz a Bruxelles del collega Pradè, che fino a domenica alle 18 poteva giocare la carta della qualificazione europea, ora in mano anche al concorrente laziale. Da Roma sono convinti di spuntarla, non solo sui viola, ma anche sul terzo incomodo Inter, che attraverso la colonia argentina sta lavorando ai fianchi del biondo Lucas per convincerlo a sposare il nuovo progetto nerazzurro targato Walter Mazzarri. E’ una gara a tre, con la Lazio attualmente in vantaggio, chiamata però ad affondare il colpo in tempi brevi, per evitare un nuovo caso in stile Yilmaz e vedere sfumare quello che è l’obiettivo principe per il centrocampo. Poi si penserà ad un difensore centrale e un terzino sinistro, semmai un attaccante per mettere la ciliegina finale. Ora però, c’è prima da mettere una Biglia in buca.

Francesco Pagliaro

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy