LE VOCI – Agostinelli: “Lotito? Qualsiasi cosa tocca diventa oro”

LE VOCI – Agostinelli: “Lotito? Qualsiasi cosa tocca diventa oro”

ROMA – L’ex biancoceleste Andrea Agostinelli incorona Lotito e Mezzaroma e benedice l’amico Carlo Perrone. In un’intervista rilasciata al quotidiano “La Città”, l’ex tecnico della Salernitana, ricorda la sua esperienza in era Lombardi con tanti sospiri, per un esonero giunto nonostante il primo posto in classifica. Poi, passa ai complimenti…

ROMA – L’ex biancoceleste Andrea Agostinelli incorona Lotito e Mezzaroma e benedice l’amico Carlo Perrone. In un’intervista rilasciata al quotidiano “La Città”, l’ex tecnico della Salernitana, ricorda la sua esperienza in era Lombardi con tanti sospiri, per un esonero giunto nonostante il primo posto in classifica. Poi, passa ai complimenti per Lotito e all’analisi: quanto conta il suo essere sempre ‘presente’ nelle vicende sportive di Lazio e Salernitana?

E’ fondamentale – dice Agostinelli – se c’è precarietà ai vertici si riflette poi in campo. Quando, invece, hai le spalle protette da due persone (si riferisce anche a Mezzaroma ndr) così viene naturale lottare sempre per il massimo obiettivo. E poi, Lotito è una specie di mago: rende oro qualsiasi cosa tocca“. Re mida.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy