LE VOCI – Brocchi, “Scudetto?..”

LE VOCI – Brocchi, “Scudetto?..”

ROMA – Ai microfoni di Lazio Style Radio, è intervenuto questa mattina Cristian Brocchi. Ecco quanto evidenziato da Cittaceleste. “Abbiamo iniziato nel miglior modo, – ha esordito, parlando dell’allenamento mattutino – con la messa in moto giusta. Lo spirito è buono, siamo tutti contenti e felici, vogliosi di continuare nel…

ROMA – Ai microfoni di Lazio Style Radio, è intervenuto questa mattina Cristian Brocchi. Ecco quanto evidenziato da Cittaceleste.

Abbiamo iniziato nel miglior modo, – ha esordito, parlando dell’allenamento mattutino – con la messa in moto giusta. Lo spirito è buono, siamo tutti contenti e felici, vogliosi di continuare nel nostro cammini. Quando siamo partiti nella corsa, questa mattina, siamo andati più veloci di quello che voleva il prof. Prova peso? Per fortuna non l’hanno fatta oggi…magari aspettano stasera! (ride ndr). Il 2012? E’ stato ottimo. Purtroppo è sfuggita la Champions, la meritavamo. La voglia quest’anno è molto più grande e la rabbia è maggiore. Molti nonostante la nostra posizione in classifica, continuano a puntare su altre squadre. Noi pensiamo a noi, provando a far ricredere chi non crede nelle nostre potenzialità”



PETKOVIC –E’ un allenatore che vuole tirare fuori da ognuno di noi il 100%. Chiede ed esige delle regole, ha la voglia e la volontà di raggiungere l’obiettivo della Champions e per farlo usa il suo carattere e tutte le sue capacità”.

LA SOSTA“La rirpresa mentale è difficile il primo giorno. Vieni da giorni in cui non avevi orari, dove avevi staccato la spina. Il lavoro fisico però, è quello che poi incide veramente”.

..COSA MANCA A QUESTO GRUPPO?“Ne parliamo da anni, da quando ormai ci è sfuggito per due volte l’obiettivo champions. Squadre come la Juve che non hanno mai mollato, riuscendo a mantenere un livello alto, hanno vinto. La Lazio ha fatto in questi anni un grande lavoro, è cresciuta molto, è davanti a squadre molto più sponsorizzate e penso che abbia fatto un grande salto in avanti. E’ ovvio che per parlare di scudetto, per lottare con la Juve, ci manca qualcosa, non solo sotto il profilo della mentalità”.

IL CAGLIARI, PROSSIMO AVVERSARIO- ‘E’ una squadra tosta. Ma noi dobbiamo pensare a noi, e con le nostre qualità non dobbiamo avere paura di nessuno. Ci saranno 3 partite in casa, sono tre pericoli, perchè nel momento in cui si pensa che possano essere tre vittorie facili, si sbaglia. Queste vanno conquistate sul campo, partita dopo partita. Ogni domenica si dice, “da qui si vedrà chi siamo” o altre frasi fatte. La realtà invece è altro. Bisogna conquistarsela la vittoria, ogni volta’.

IL 2012 –Momento più esaltante? I derby. Venivamo da stagioni belle, ma dove subivamo le sconfitte nella stracittadina. Invece quest’anno li abbiamo vinti, prendendoci una supremazia cittadina che ci compete”.

IL FUTURO – “Ho sofferto, non sono mai tranquillo. Voglio stare bene fisicamente, è questo quello che chiedo al mio futuro. Se sto bene, sarò l’uomo più felice del mondo“.

PARTITA DA CANCELLARE – “Quella di Catania. Ma nel calcio, anche se a una squadra come la nostra questo non deve succedere, queste partite possono starci”.

PARTITA DA SALVARE – “Non saprei. Potrei dirti una sconfitta che però non meritavamo, ovvero quella con il Genoa, che poteva darci qualcosa in più anche nella classifica di adesso. Quest’anno ci hanno criticato tutti per la partita contro la Juventus, dove non abbiamo attaccato, difendenci solamente. Ma non dimentichiamoci quante volte abbiamo perso la Champions per un punto, che quest’anno magari potrebbe tornarci utile”.

CONCLUSIONE“Di Brocchi, c’è il cuore, la testa e pure i polmoni. Manca solo il piede a siamo ok. Un saluto a tutti e speriamo che il nuovo anno ci porti quello che meritiamo”.

rm/cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy