LE VOCI – Candreva: “Io capitano? Mi piacerebbe tanto”

LE VOCI – Candreva: “Io capitano? Mi piacerebbe tanto”

RoMA – Ai microfoni di LazioStyle Radio c’è anche Antonio Candreva che sta vivendo il momento più felice della sua carriera con la maglia biancoceleste che lo ha portato alla conquista della nazionale: “Mi aspetto molte altre soddisfazioni. Ora è tutto fantastico però so che è solo il punto di…

RoMA – Ai microfoni di LazioStyle Radio c’è anche Antonio Candreva che sta vivendo il momento più felice della sua carriera con la maglia biancoceleste che lo ha portato alla conquista della nazionale: “Mi aspetto molte altre soddisfazioni. Ora è tutto fantastico però so che è solo il punto di partenza. Non abbiamo fatto male, ma possiamo ancora migliorare. Abbiamo avuto delle frenate e a Bergamo sarà una partita difficile”.  

Il ruolo che ricopre sembra piacergli e ricorda quando gli venne affidato per la prima volta da mister Reja. Ma ora l’attuale tecnico lo sta aiutando:  “Non avevo mai ricoperto questo ruolo. Petkovic mi sta aiutando a crescere: mi sta dando ciò che mi mancava e sto avendo continuità”.

Ora è tutto cambiato rispetto al suo arrivo. Ora i laziali lo venerano e lui è una delle pedine più importanti dello scacchiere del tecnico bosniaco, quindi si parla di rinnovo: “Quando mi è stato proposto non ho potuto che rispondere positivamente. A giugno vorrei essere della Lazio al 100% visto che ancora non lo sono. Qui sto bene perchè l’ambiente è determinante”.

La Lazio non sta andando benissimo ultimamente e tutti hanno dei dubbi sugli obiettivi dei biancocelesti:  “Diobbiamo puntare alto. Siamo bravi ed è giusto pensare così. L’obiettivo Champions ce lo auguriamo tutti, da anni stiamo cercando di raggiungerlo sfiorandolo solamente. Speriamo sia l’anno buono”.

La nazionale ha ormai un posto per te: “L’incertezza si deve sempre avere. La continuità è determinante. Ci sono tanti giocatori di grande livello. C’è parecchio tempo da qui al Mondiale, am prima di tutto devo pensare a far bene con la Lazio. Penso che essendo ancora giovane avrò tempo per riposarmi.”

Insieme a lui ci spera anche Marchetti che ultimamente, però, è stato duramente criticato:  “Sono anni che non sbaglia. I suoi errori, poi, non sono mai stati eclatanti. È un grandissimo portiere e dispiace per le critiche, a volte possono essere costruttive ma penso che Federico non è una garanzia, di più’”.

Si parla anche di una fascia da capitano che deve ancora trovare un padrone sicuro: “Magari! Lo vorrei tanto, ma ci sono dei giocatori che sono qui da più tempo e sono bandiere della Lazio. Spero di diventarlo in futuro”

cittaceleste.it

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy