LE VOCI – Anderson disposto a tutto. Tare rientra in Italia

LE VOCI – Anderson disposto a tutto. Tare rientra in Italia

AGGIORNAMENTO 20:30 – La Lazio è rientrata a Roma, ma il rappresentate del calciatore Stefano Castagna non molla la presa e dal Brasile continua costantemente a tenere aggiornato il Ds Tare. Con il fondo inglese si era alzato un vero e proprio muro, ma secondo le ultime indiscrezioni, pur di…

AGGIORNAMENTO 20:30 – La Lazio è rientrata a Roma, ma il rappresentate del calciatore Stefano Castagna non molla la presa e dal Brasile continua costantemente a tenere aggiornato il Ds Tare. Con il fondo inglese si era alzato un vero e proprio muro, ma secondo le ultime indiscrezioni, pur di arrivare ad Anderson ci sarebbe la disponibilità a riaprire un dialogo con l’ostico terzo incomodo britannico. A patto naturalmente,che la Doyen Sports voglia cambiare idea  e accettare di vendere subito il giovane talento brasiliano.

AGGIORNAMENTO 23 GIUGNO – Anderson è deciso, vuola la Lazio.  «Il fondo? Ho scelto la Lazio, sono disposto anche ad andare alla Fifa pur di giocare con la maglia biancoceleste», ha ribadito, secondo quanto riportato dal Tempo, ieri pomeriggio facendo capire come la sua volontà non cambierà per alcun motivo. Intanto però, come riferito da ‘La Repubblica’ il direttore sportivo Igli Tare e il segretario generale Armando Calveri sono tornati questa mattina (6.30) dal viaggio in Brasile. L’hanno fatto senza Felipe Anderson, tenuto praticamente “in ostaggio” dalla Doyen Sports, l’azienda britannica che detiene il 50% del suo cartellino.


AGGIORNAMENTO 19:49 – E’ un continuo cinguettare, quello di Stefano Castagna. Di qualche secondo fa, l’ultimo tweet: “Non si molla mai… fino alla fine!”. E in allegato, lo scatto fotografico pubblicato da Castagna alle ore 19.50, con Felipe Anderson, in stampelle per il recente infortunio alla caviglia destra. GUARDA IL TWEET – GUARDA LA FOTO

AGGIORNAMENTO 18.45 – “#Nonmolliamomai dai dai che possiamo farcela“. Questo, l’ultimo cinguettio di Stefano Castagna. Oramai la confusione sembra totale, si attendono notizie dal Brasile.

ROMA – Una trattativa spossante, carte mischiate e rimischiate centinaia di volte in questi sei mesi dalla Doyen Sports. Persino Stefano Castagna, intermediario nella trattativa Felipe Anderson, è sfinito. E sbotta su twitter: Dopo questa settimana, sarò al fianco della FIFA per cercare di abolire i fondi. Sono dei banditi, il calcio è un’ altra cosa”. Un cinguettio che lascia intendere come la compagnia londinese a un passo dalla fumata bianca per l’affare col Santos abbia di nuovo fatto dietrofront, mandando su tutte le furie la Lazio. Lo avevamo anticipato sull’altro zoom di cittaceleste.it: la Lazio ha lanciato un altro ultimatum con scadenza alle 20 italiane, ma la guerra potrebbe non esaurirsi lì, a questo punto, in caso di risposta negativa.

Castagna svela pure un altro retroscena su twitter: “Questo fondo è sempre l’MSI (quello che portò Mascherano e Tevez dal Boca al Corinthians, ndr), ha solo cambiato nome. I banditi che c’erano dentro sono sempre gli stessi” poi assicura, “il ragazzo non molla e vuole la Lazio al 100% ma dobbiamo combattere con dei banditi…. Ma ce la faremo con calma”. Si spera.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy