LE VOCI – Criscitiello stuzzica Lotito: “Si è aggrappato a…”

LE VOCI – Criscitiello stuzzica Lotito: “Si è aggrappato a…”

La telenovela riguardante la sede dove disputare la Supercoppa Italiana si è conclusa con la vittoria di Claudio Lotito, che ha ottenuto che il match venga disputato a Roma. La Juventus, impegnata in una tournée americana in quel periodo, aveva chiesto di spostare la sede negli States, ma il patron…

La telenovela riguardante la sede dove disputare la Supercoppa Italiana si è conclusa con la vittoria di Claudio Lotito, che ha ottenuto che il match venga disputato a Roma. La Juventus, impegnata in una tournée americana in quel periodo, aveva chiesto di spostare la sede negli States, ma il patron biancoceleste è riuscito ad avere la meglio. Ecco cosa ne pensa Michele Criscitiello, noto giornalista sportivo, intervistato dal portale tuttojuve.com:  “La Juve aveva già inviato un fax ufficiale alla Lega, comunicando la volontà di giocare la Supercoppa negli Stati Uniti; una lettera che risale all’ 8 marzo, ma da via Rossellini non c’è stata risposta”.

Criscitiello entra nei dettagli:  “Poi a fine maggio la Lazio ha vinto la Coppa Italia e Lotito si è aggrappato al contratto tra la Lega ed i cinesi, che prevede la disputa di tre Supercoppe in cinque anni in Cina. Ma la clausola 5.8 concederebbe alla Lega di disputare a Pechino una finale anche nel 2015 o nel 2016. Se si fosse giocato in Cina, alla Lazio spettavano 1,8 milioni di euro, altrettanti alla Juve e 500mila euro alla Lega. A Roma, l’ incasso andrà al 100% alla Lazio e Lotito girerà una somma molto piccola alla Juve solo se si superera l’ 1,8 milioni di incasso. La Juve meriterebbe un trattamento diverso. La soluzione potrebbe essere quella di devolvere l’ incasso alla Fondazione Borgonovo, ma Lotito sarebbe d’ accordo?”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy