LE VOCI – D’Amico, ”Con Klose, vedrei bene..”

LE VOCI – D’Amico, ”Con Klose, vedrei bene..”

La redazione di TMW ha intervistato in esclusiva Vincenzo D’Amico, calcisticamente cresciuto nelle giovanili della Lazio e poi passato in prima squadra nella quale ha militato dal 1972 al 1986, dove ha vinto lo storico scudetto con Tommaso Maestrelli. Lazio in versione anti-Juventus? “In questo momento è la Lazio, in…

La redazione di TMW ha intervistato in esclusiva Vincenzo D’Amico, calcisticamente cresciuto nelle giovanili della Lazio e poi passato in prima squadra nella quale ha militato dal 1972 al 1986, dove ha vinto lo storico scudetto con Tommaso Maestrelli.

Lazio in versione anti-Juventus?
In questo momento è la Lazio, in precedenza lo erano stati il Napoli e l’Inter, per un po’. Però non credo che sia una cosa possibile in quanto da adesso alla fine del campionato ci saranno delle squadre che cercheranno di contrastare la Juventus, ma i bianconeri non si contrastano: è un’utopia pensare che la Juventus possa perdere questo campionato. Certo nel calcio tutto può succedere, ma stando così le cose non vedo possibilità per le altre squadre”.

Ma la Lazio può centrare l’approdo in Champions?
“Sì, ma lo snodo è adesso in questo mese di gennaio, perché se le altre grandi, che sono in questo momento un po’ indietro rispetto alla Juventus e alla Lazio, si rinforzeranno, cosa che credo possibile, e la Lazio dovesse rimanere così allora potrebbero raggiungere la squadra di Petkovic. Napoli, Inter e Milan si stanno già rinforzando o lo faranno, la Fiorentina ha preso Rossi, ma sarà pronto ad andare in campo a marzo e prima che sia in condizione il campionato sarà terminato quindi è più un acquisto per la prossima stagione, mentre la Roma non credo che farà granché in questa sessione di calciomercato, pertanto la Lazio deve godersi questo momento anche se penso che sarà difficile che tenga il passo delle altre”.



Di quali rinforzi avrebbe bisogno la squadra di Petkovic?
“La Lazio quest’estate si è rinforzata proprio con l’arrivo di Petkovic, allenatore che sta facendo grandi cose, e aveva anche preso Hederson, che però è ancora un po’ un “soggetto sconosciuto”, e soprattutto ha recuperato giocatori che già c’erano come Ledesma, Candreva e Gonzalez. Un grande lavoro, ad esempio, è stato fatto dal mister per sistemare la difesa e, infatti, al momento la squadra è diventata l’anti-Juve”.

Ma a parte le cessioni di Rocchi e Matuzalem alla voce entrate non è stato ancora registrato nessuno. L’assenza di rinforzi non potrebbe provocare malumori nella tifoseria?
“I due giocatori ceduti non rientravano nei piani tecnici ed effettivamente adesso sarebbe il caso di spingere un po’ per prendere un paio di validi sostituti o anche dei titolari. Un altro Ledesma o un altro Klose sarebbero l’ideale, però due giocatori così dove li si trova? Prendere dei giocatori tanto per farlo non ha senso e in questo do ragione al presidente Lotito. Ultimamente si è parlato di Cirigliano, ma per averlo bisogna spendere parecchio e non so quanto la società sia disposta in tal senso. A gennaio per i buoni giocatori si deve spendere altrimenti si prendono gli scarti degli altri che non possono servire alla Lazio. E’ vero che in questo momento i rapporti fra la tifoseria e Lotito sono buoni e non credo che potrebbero deteriorarsi anche nel caso in cui non venissero presi rinforzi in questa sessione di calciomercato e poi la squadra fosse raggiunta in classifica dalle formazioni che adesso si trovano alle sue spalle. Direi che si potrebbe arrivare a definire amore quello fra i tifosi e la dirigenza e si sa che quando si ama si arriva a perdonare anche le scappatelle e in questo caso l’assenza di rinforzi. Se devo fare un nome di un giocatore che potrebbe sostituire Klose direi Gilardino, se il Bologna se ne volesse disfare, ma addirittura lo vedrei anche bene in coppia con Miro”.

Fonte: TMW

MR/Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy