LE VOCI – De Rossi: “Il 26 Maggio un morto che rimarrà sulle spalle”

LE VOCI – De Rossi: “Il 26 Maggio un morto che rimarrà sulle spalle”

ROMA – Daniele De Rossi, centrocampista della Roma, si gode la vittoria nel derby contro la Lazio. Stamattina, è intervenuto ai microfoni di ‘TeleRadioStereo’. DERBY – “E’ quello di sempre, forse anche qualcosina in più per il tempo che abbiamo aspettato. La squadra sta diventando una cosa bella. I giorni…

ROMA – Daniele De Rossi, centrocampista della Roma, si gode la vittoria nel derby contro la Lazio. Stamattina, è intervenuto ai microfoni di ‘TeleRadioStereo’.

DERBY –E’ quello di sempre, forse anche qualcosina in più per il tempo che abbiamo aspettato. La squadra sta diventando una cosa bella. I giorni prima hanno quell’ansia. Poi c’era questo morto sulle spalle, che probabilmente resterà, del 26 maggio. Una squadra arrabbiata, anche i nuovi hanno capito. E sono tutte sensazioni molto belle”.

GOL BALZARETTI –Due secondi prima lui aveva preso il palo. Mi ero detto che a questo ‘poraccio’ gli aveva detto male anche stavolta. Siamo legati in maniera intensa, le famiglie sono amiche. Nessuno si meritava questo gol più di lui, nemmeno io. Ha dato meno di quello che poteva dare, sa che poteva dare di più, ha mangiato tanto fango e si meritava tutto. Non ha fatto il giocatore medio che si stranisce per i fischi. Sui nostri rendimenti si può sempre discuteere, sono distorti dai risultati. Ha fatto di meno, lo posso dire di me e del 99% dei giocatori che hanno giocato negli anni scorsi. Aldilà del ragazzo, come giocatore lo merita”.

RECUPERO SU EDERSON –Lì sì. Hai anche un secondo per imprecare, per smadonnare, per vedere che va in porta e che per sta per tirare. Sai che stanno 10 contro 11. Sai che hai perso i derby, sarebbe stata una mazzata incredibile, con l’inerzia da parte nostra“. (Calciomercato.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy