LE VOCI – Ederson sorride: “Voglio vincere!”

LE VOCI – Ederson sorride: “Voglio vincere!”

ROMA – Ai microfoni dell’emittente televisiva ufficiale della Lazio, è intervenuto Ederson. Di seguito, le sue parole. Con chi sei in camera? Io sono con Bruno, Pereirinha: si parla Portoghese in camera! Allora vi trovate bene anche con Dias e Vinicius, no? Si, come hanno aiutato me al mio arrivo,…

ROMA – Ai microfoni dell’emittente televisiva ufficiale della Lazio, è intervenuto Ederson. Di seguito, le sue parole.

Con chi sei in camera?

Io sono con Bruno, Pereirinha: si parla Portoghese in camera!

 

Allora vi trovate bene anche con Dias e Vinicius, no?

Si, come hanno aiutato me al mio arrivo, io cerco di fare lo stesso. Sia io che Dias, cerchiamo di aiutare Vinicius e faremo lo stesso con Anderson quando arriverà. Quando uno si sente inserito in un gruppo, lavora anche meglio.

Differenza fra il ritiro dello scorso anno e questo?

Non tanta. Qui siamo stati bene, ci sentiamo bene. I tifosi ci sono sempre molti vicini, ci incoraggiano. Qui soffriamo, sudiamo, ma sappiamo che questo è un bene che ci darà più frutti in avanti.

Che maglia indosserai, la 10?

Tutti sanno che il 10 mi piace tanto, ci ho vinto il mondiale under 17. Mi ha sempre portato bene: diciamo che ho fatto sapere alla società quello che penso. Stiamo decidendo insieme, se potrò averla sarò contento.

Che partita ti aspetti contro la Juve?

Ci stiamo preparando bene: sappiamo che sarà una gara difficilissima, conosciamo le qualità della Juventus, ma siamo pronti e concentrati per dare il meglio e vincere. Chiediamo ai nostri tifosi di venire allo stadio: è un occasione unica. Li aspettiamo numerosi all’Olimpico.

C’è tanto entusiasmo…

Si, moltissimo. I nostri tifosi ci stanno dando tanta forza. Nella prossima stagione vogliamo vincere e andare più avanti possibile in ogni competizione.

Questa mattina hai fatto tutto il percorso insieme a Cataldi e alla fine vi siete dati il cinque. Che significava?

Ci sono dei momenti in cui uno sta un po giù, magari quando sei molto stanco. Incoraggiarsi a vicenda, essere vicini, fa solamente molto bene.

Quale atteggiamento tattico preferisci e che posizione?

Il mister mi conosce bene ormai. Lui sa che può contare su di me, ovunque serve. Ma l’ideale per me è dietro le punte.

I tifosi ti chiedono: come stai?

Benissimo. Dopo le vacanze con la famiglia mi sento bene. So che loro sono preoccupati per il mio infortunio, ma devono stare tranquilli perchè erano infortuni all’adduttore, dove non ne avevo mai avuti prima. Sono cose che succedono nel calcio. Quest’anno starò più attento, giocherò con cuore e testa.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy