LE VOCI – Floccari: “Il 26 Maggio sia di stimolo”

LE VOCI – Floccari: “Il 26 Maggio sia di stimolo”

Roma – A LazioStyle Radio è intervenuto l’attaccante calabrese Sergio Floccari che si è mostrato particolarmente felice per i tre punti conquistati in casa con il Chievo che hanno permesso di rompere un Tabu lungo 10 anni: “La vittoria di domenica è stata importante, la volevamo a tutti i costi…

Roma – A LazioStyle Radio è intervenuto l’attaccante calabrese Sergio Floccari che si è mostrato particolarmente felice per i tre punti conquistati in casa con il Chievo che hanno permesso di rompere un Tabu lungo 10 anni: “La vittoria di domenica è stata importante, la volevamo a tutti i costi perchè dà fiducia per l’Europa League”. In Europa è tutta un’altra sfida e cambia anche l’approccio alla partita: “Il Legia Varsavia è una squadra dalla mentalità vincente: sono tre anni che conquista lo scudetto. Verranno a giocarsela a viso aperto cercando di fare risultato. In Europa cambia la mentalità delle squadre che incontri, la fase difensiva è meno maniacale, fino alla fine si prova a fare risultato”.
 

Ma il numero 99 fa un’analisi anche delle altre partecipanti al girone: “Le turche sono ostiche, giocare lì è sempre difficile. L’Apollon Limassol, invece, giocherà con entusiasmo e noi non dobbiamo farci trovare impreparati”. Si parla anche dei giovani il cui inserimento è agevolato dall’atmosfera creatasi a Formello dove c’è un gruppo sano e unito che aiuta anche loro a maturare. L’esperienza porta anche a questo e Sergio lo sa visto che di partite ne ha giocate parecchie. E in merito a questo ricorda anche il suo gol più bello e lancia una stoccatina in vista del derby: “A Maribor, una serpentina con tiro finale sotto al sette. Quello però più emozionante, è quello fatto a tempo scaduto alla Juventus che ci ha permesso di vivere una giornata come il 26 maggio, la vittoria eterna!”. Il messaggio finale è per i tifosi: “So che molti di loro staranno già pensando al derby, ma noi vogliamo far bene giovedì per arrivare al massimo alla partita di domenica. Dobbiamo scordarci le gioie vissute il 26 maggio e usare quella giornata come uno stimolo”.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy