LE VOCI – Guidolin: “Se perdiamo, siamo fuori dall’Europa”

LE VOCI – Guidolin: “Se perdiamo, siamo fuori dall’Europa”

ROMA – “La gara di domani contro la Lazio non è decisiva né per noi né per i biancocelesti. Una sconfitta probabilmente finirebbe per estrometterci dai giochi europei, ma prepariamo la sfida sapendo che gli aquilotti meritano profonda ammirazione”. Rispetto, è la parola d’ordine al Friuli. Francesco Guidolin elogia i…

ROMA –  “La gara di domani contro la Lazio non è decisiva né per noi né per i biancocelesti. Una sconfitta probabilmente finirebbe per estrometterci dai giochi europei, ma prepariamo la sfida sapendo che gli aquilotti meritano profonda ammirazione”Rispetto, è la parola d’ordine al Friuli. Francesco Guidolin elogia i biancocelesti e il suo allenatore Petkovic, a tre punti di distanza in classifica: “La Lazio è sempre stata presente a tutti gli appuntamenti, si è meritatamente guadagnata la finale di coppa Italia e in campionato continua a fare bene. Prima di tutto bisogna considerare questo. Hanno qualità e grande forza morale. Complimenti a Petkovic, che ha saputo subito farsi benvolere, è un professionista molto preparato. Dovremo essere perfetti, perché affrontiamo una grande squadra. Non mi sento favorito, ma nemmeno sfavorito. Queste sono cose giornalistiche, cose vostre. I risultati dobbiamo provare a farli, non a dirli». Così il tecnico dell’Udinese, in conferenza stampa, alla vigilia del match. E’ pronto a nuove soluzioni tattiche: «Sto pensando alle varie ipotesi, ma la formazione la dico prima ai miei giocatori che ai mezzi di comunicazione. Ci manca solo Luis (squalificato): penserò e cercherò di decidere bene. Pinzi può giocare? E’ un giocatore importante per noi, di carisma anche fuori dal campio. Ma l’allenatore deve fare anche altre valutazioni. Sono contento che da un po’ di tempo ha ripreso a lavorare con noi».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy