LE VOCI – Hernanes: “Io come Nedved? E’..”

LE VOCI – Hernanes: “Io come Nedved? E’..”

ROMA – Hernanes come Nedved. Il rigore contro l’Inter, oltre a contribuire a una vittoria a Milano che alla Lazio mancava da 15 anni, ha consentito al Profeta di trovare l’undicesimo gol in campionato e raggiungere il ceco in vetta alla speciale classifica dei centrocampisti più prolifici con la maglia…

ROMA – Hernanes come Nedved. Il rigore contro l’Inter, oltre a contribuire a una vittoria a Milano che alla Lazio mancava da 15 anni, ha consentito al Profeta di trovare l’undicesimo gol in campionato e raggiungere il ceco in vetta alla speciale classifica dei centrocampisti più prolifici con la maglia della Lazio in un campionato di Serie A: «Per me — commenta il brasiliano — è un grande onore. Ma quando si raggiungono certi traguardi il merito non è mai di una sola persona. Ringrazio Dio, il mio club, i miei compagni e i tifosi. Tutti mi hanno aiutato a crescere e migliorare sempre di più». Contro Sampdoria e Cagliari ha l’opportunità di superare la soglia di 11 (già raggiunta anche due anni fa) e piazzarsi da solo in cima a questa graduatoria. E i record da infrangere non sono finiti. Hernanes al momento è il quarto centrocampista più prolifico della storia della Lazio dietro Vincenzo D’Amico (40 reti su 276 presenze, di cui 15 su 75 arrivate però in Serie B), Diego Fuser (35 su 188) e Pavel Nedved (33 su 138). L’ex San Paolo in sole 100 apparizioni in campionato con la maglia biancoceleste è già arrivato a quota 30 e nella prossima stagione (se resterà in biancoceleste) potrà scalare posizioni anche in quest’altra classifica. Lui a Roma sta bene, ma se arrivasse un’offerta di un club importante — magari con la possibilità di giocare in Champions — il Profeta non resterebbe indifferente. A 28 anni (li compirà il 29 di questo mese) e con il Mondiale alle porte, potrebbe essere la sua opportunità per il definitivo salto di qualità: Napoli, Milan, Juventus, Manchester City e Real Madrid lo seguono, ma Lotito per vendere il suo gioiello chiede non meno di 28 milioni. A fine stagione ci sarà l’incontro con Joseph Lee, agente del brasiliano, per fare il punto della situazione. Oggi invece doveva essere il giorno della prima udienza dell’arbitrato tra la Lazio e Zarate. Il tutto è stato però posticipato a martedì 14 alle 19 come comunicato dall’arbitro Massimo Zaccheo ai due colleghi di parte Flavia Tortorella e Ferruccio Auletta.

Fonte: Repubblica

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy