LE VOCI – Hernanes: “La capoeira mi ha aiutato nel calcio”

LE VOCI – Hernanes: “La capoeira mi ha aiutato nel calcio”

ROMA – Una vita da Profeta e un cordone con il calcio. E’ andato via da casa che era uno scricciolo, Hernanes. Passeggiava in fasce con un pallone fra i piedi per le strade di Recife. S’addormentava abbracciato alla palla, la passione bruciava dentro un cuore verdeoro: “Sono sempre stato…

ROMA – Una vita da Profeta e un cordone con il calcio. E’ andato via da casa che era uno scricciolo, Hernanes. Passeggiava in fasce con un pallone fra i piedi per le strade di Recife. S’addormentava abbracciato alla palla, la passione bruciava dentro un cuore verdeoro: “Sono sempre stato un ragazzo che in campo si divertiva e partecipava al gioco. E anche oggi cerco di farlo al meglio”. Si racconta, Hernanes, ancora una volta a globoesporte. Ripercorre le tappe della sua carriera, gli ostacoli prima di realizzare un sogno: “A Recife ho vissuto la fase più difficile, non trovavo il mio spazio. Quindi ho iniziato a studiare nuovi metodi per concentrarmi al massimo e ci sono riuscito. Mi esercitavo per migliorare la tecnica, ma soprattutto per rinforzarmi fisicamente”. Fondamentale l’aiuto del guru Jota Alves per la svolta nel 2008. Hernanes diventa miglior giocatore del campionato brasiliano: “Facevo capoeira in strada ed è stata parecchio utile per i miei movimenti in campo”. Per danzare domenica scorsa sulla Roma. Per ballare sul mondo.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy