LE VOCI – Klose: “Muller unico”. Gerd replica: “Felice del sorpasso”

LE VOCI – Klose: “Muller unico”. Gerd replica: “Felice del sorpasso”

ROMA – Tiro, Miro, gol: eccolo là, Gerd. Una sola rete, la sessantottesima e sarà record. Probabilmente vestirà a stelle e strisce. Perché Klose già domenica a Washington potrà eguagliare – se non addirittura sorpassare – lo storico numero 9, nell’amichevole contro gli Stati Uniti. Occasione ghiotta, buongustaio Miro, ma…

ROMA – Tiro, Miro, gol: eccolo là, Gerd. Una sola rete, la sessantottesima e sarà record. Probabilmente vestirà a stelle e strisce. Perché Klose già domenica a Washington potrà eguagliare – se non addirittura sorpassare – lo storico numero 9, nell’amichevole contro gli Stati Uniti. Occasione ghiotta, buongustaio Miro, ma così umile e poco speziato: “Non si può paragonare nessun attaccante a Gerd Muller”, sussurra lapidario. Mentre avverte un altro languorino: “Mi piacerebbe davvero tanto giocare i mondiali, tutto dipenderà dalla mia condizione fisica”. Statene certi, in Brasile ballerà la samba. E la leggenda Gerd mette la musica. Muller tifa Klose, senza nessuna gelosia: “E’ solo una questione di tempo, prima o poi il mio record sarà superato e sono contento che sia lui a farlo. Miro è un grande calciatore e un bravo ragazzo. L’ho conosciuto ai tempi del Bayern”. Era un’esistenza fa, Klose è già vissuto un’altra volta. E non c’è due, senza tre.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy