LE VOCI – Ledesma: “La Coppa Italia è digerita”

LE VOCI – Ledesma: “La Coppa Italia è digerita”

di Mirko Borghesi NICOSIA – Secondo a prendere la parola in conferenza stampa, alla vigilia di Apollon Limassol-Lazio, è il capitano della Lazio, Ledesma: “Non ci sono consigli da dare. C’è da lavorare tanto senza farsi risucchiare dalla confusione e da frasi come il gruppo che non c’è. L’unico vero…

di Mirko Borghesi

NICOSIA – Secondo a prendere la parola in conferenza stampa, alla vigilia di Apollon Limassol-Lazio, è il capitano della Lazio, Ledesma: “Non ci sono consigli da dare. C’è da lavorare tanto senza farsi risucchiare dalla confusione e da frasi come il gruppo che non c’è. L’unico vero problema sono i punti che non sono arrivati. Cerchiamo la continuità nelle prestazioni e così i punti arriveranno. Ci sono delle cose che ci mancano e le dobbiamo trovare al più presto possibile”.

Anno di transizione: “Sembra che ci vogliamo auto-convincere che la Lazio ha la pancia piena dopo la Coppa Italia. E’ una cosa brutta esprimere questo concetto. Se i risultati non erano questi nessuno avrebbe fatto queste critiche. Noi dobbiamo essere abbastanza forti per portare avanti i progetti della società. Questo convincimento che l’ambiente e noi siamo già a posto non è reale. Sono passati 4 mesi, prendiamoci le nostre responsabilità. La Coppa Italia è digerita”.

Ledesma gioca poco: “La vivo sereno. Non mi piace stare in panchina ma ognuno in una squadra, dentro o fuori dal campo, deve dare al massimo. La cosa importante è la maglia, non l’individualità. Quando le cose non girano ancora di più. Cercherò di dare il massimo, non cambia il mio modo di pensare con 5,10,15 panchine”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy