LE VOCI – Lotito, “Le parole di Conte? Ognuno ha..”

LE VOCI – Lotito, “Le parole di Conte? Ognuno ha..”

ROMA – “L’umore è positivo come è stato fino ad oggi. Sicuramente c’è la soddisfazione per la finale raggiunta ma adesso dobbiamo chiudere definitivamente il problema: quello che conta è la finale. Il calcio non è come il gioco delle bocce: non è che vince chi va più vicino”. Il…

ROMA – “L’umore è positivo come è stato fino ad oggi. Sicuramente c’è la soddisfazione per la finale raggiunta ma adesso dobbiamo chiudere definitivamente il problema: quello che conta è la finale. Il calcio non è come il gioco delle bocce: non è che vince chi va più vicino“. Il giorno dopo la semifinale di Coppa Italia vinta con la Juve, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, punta dritto alla vittoria del trofeo. La finalissima, inoltre, potrebbe consistere in un derby con la Roma. “Io non faccio pronostici – dice il patron biancoceleste al termine del consiglio della Figc -. Ho un concetto escatologico e sono un cattolico praticante, mi auguro che la Divina Provvidenza mi riservi la squadra più consona al nostro modo di fare calcio“.



Sulla direzione arbitrale di ieri, invece: “Io non ho mai espresso giudizi sugli arbitri e non lo faccio dopo la partita di ieri – prosegue Lotito -. Ritengo che la classe arbitrale vada rispettata perché rappresenta la terzietà. Creare un’istabilità di credibilità sul sistema danneggia tutti. Se ci sono problemi uno li deve portare nelle sedi idonee e non enfatizzarli dal punto di vista mediatico“. “La conferenza di Conte? Non l’ho sentita, ma ognuno fa le sue scelte. Io ho un certo stile, gli altri un altro“, conclude il presidente.

Fonte: Corrieredellosport.it

MR/Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy