LE VOCI – Moggi: “Supercoppa incerta. Lotito laziale? Non mi sembrava…”

LE VOCI – Moggi: “Supercoppa incerta. Lotito laziale? Non mi sembrava…”

In esclusiva ai microfoni di Cittaceleste Tv, ha parlato Luciano Moggi. Ecco gli argomenti toccati:Lazio- Juventus: “Stabilire che partita sarà è difficile. Sono due squadre che agonisticamente daranno tutto quello che possono. La Lazio è una squadra che sa impegnarsi al momento opportuno con ottime individualità. La gara sarà incerta…

In esclusiva ai microfoni di Cittaceleste Tv, ha parlato Luciano Moggi. Ecco gli argomenti toccati:
Lazio- Juventus: “Stabilire che partita sarà è difficile. Sono due squadre che agonisticamente daranno tutto quello che possono. La Lazio è una squadra che sa impegnarsi al momento opportuno con ottime individualità. La gara sarà incerta sicuramente. La Juventus la si conosce, è inutile descriverla. Questa partita darà un giudizio soprattutto sul momento di forma delle due formazioni che non mi sembrano al massimo”.

Le due rose: “Le due squadre hanno sistemato le cose nel migliore dei modi. Il problema della Juventus è tutto da verificare. Con l’innesto di Llorente i bianconeri passano dal gioco di gruppo all’uomo d’area di rigore. Dalle fasce laterali devono arrivare palloni per lui che di testa è un campione. Lo spagnolo non è un fenomeno e potrebbe soffrire la marcatura avversaria. Un bel problema se si passa ad esempio dall’avere Giovinco che non da punti di riferimento. Questo permetteva di andare in gol a terzini, centrocampisti e difensori. Siamo alle prime gare, che possono dire e non dire. Llorente non ha la condizione giusta, è un buon giocatore, ma un punto interrogativo. La Juventus quando ci ha pensato perchè a parametro zero non ha tenuto conto dei giocatori e del complesso che aveva”.
La Lazio: “La Lazio è una buona squadra. Tutti gli anni Lotito viene criticato ma regolarmente si manifestano poi cose favorevoli fra cui l’allenatore.”
La sorpresa per l’attacco bianconero: “Conosco Conte e per me contro la Lazio potrebbe giocare Vucinic e non Llorente. L’allenatore potrebbe avere l’idea di tornare all’antico per quanto possibile. La Lazio può soltanto sopraffaro la Juventus sul piano agonistico. Sul piano qualitativo non c’è partita”
Chi farà la differenza: “Dalla parte della Lazio decisivo potrebbe essere Klose. Da parte Juve un po’ tutti vista la rosa. Teniamo anche conto del caldo che la farà da padrone”.
Le regine del mercato: “Fiorentina e Juventus regine indiscusse del mercato. L’input di vittoria della Lazio lo può dare invece solo Klose. Hernanes non mi da l’impressione di un buon giocatore ma non di un campionissimo. Non da nell’occhio e può anche segnare con un mancino bestiale. Il tedesco è però il centro d’attrazione e cominciamo col dire che senza Mauri c’è una perdita enorme visto che era un perno del gioco”.
La giustizia sportiva e il caso Mauri: “Sapevo che finiva a tarallucci e vino, ed evito commenti che sono anche anticipatici. Sono contento per Mauri e per la Lazio. La giustizia sportiva è quella che è. Lotito si merita fortuna, perchè sa fare il presidente sotto il profilo gestionale e sportivo. In fin dei conti sono lui e Tare che menano la matassa.”
L’incontro con il presidente della Lazio: “Lotito parlava molto. Certe volte gli dicevo di togliersi di torno quando l’ho conosciuto. Era un ragazzetto poi mi chiamò quando divenne presidente della Lazio. Gli dissi che non sarebbe stato facile ma devo ricredermi. Basta vedere la Coppa Italia dove si fa per capire come sa muoversi, con incasso alla Lazio. E’ una dimostrazione di forza che si crea in un ambiente che ha Lotito come emblema calcistico. Lui è consigliere di Lega e in federazione può dire parole importanti. Stesso dicasi nel CONI, dove era sempre in contrasto con Petrucci. Con Malagò però sono cambiati i tempi. Con lui ci siamo conosciuti comunque quando io frequentavo casa Mezzaroma e lui era il fidanzato della figlia del fratello. Io ero l’ad della Roma a quel tempo. Li era un ambiente particolare perchè c’erano due presidenti, Mezzaroma e Sensi. Lui biancoceleste? Frequentando la famiglia Mezzaroma non mi sembrava…”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy