LE VOCI – Oddo, ”Petkovic è stato capace di..”

LE VOCI – Oddo, ”Petkovic è stato capace di..”

Massimo Oddo, ex difensore tra le altre di Lazio e Milan, è stato ospite a Undici, trasmissione di approfondimento calcistico condotta da Pierluigi Pardo su Italia 2. Si è parlato dell’attualità del nostro calcio e del passato del calciatore abruzzese. Sull’avversaria della Juventus in Champions: “Il Real Madrid ha qualcosa…

Massimo Oddo, ex difensore tra le altre di Lazio e Milan, è stato ospite a Undici, trasmissione di approfondimento calcistico condotta da Pierluigi Pardo su Italia 2. Si è parlato dell’attualità del nostro calcio e del passato del calciatore abruzzese.

Sull’avversaria della Juventus in Champions: “Il Real Madrid ha qualcosa in più, ma quando arrivi agli Ottavi e ai Quarti di finale è sempre difficile. Col Milan nel 2007 vincemmo la Champions ma rischiammo di uscire col Celtic. Giocare in quegli stadi è sempre difficile”.

Sul passato alla Lazio e il trasferimento al Milan: “I miei anni migliori calcisticamente li ho passati alla Lazio. Al Milan sono arrivato a trent’anni al top della carriera, ma purtroppo non sono riuscito a ripetere quello che ho fatto alla Lazio”.

Sul giro di campo all’Olimpico per lo scudetto: “Non avevo giocato ed ero fresco (ride ndr.). Ho corso scalzo, ubriaco e con lo shampoo fra i capelli. Non sono abituato a bere e quando si festeggia girano sempre queste bottiglie di Champagne. In quel caso poi era nata una scommessa con Nesta, mi aveva detto che non riuscivo a fare 400 metri in meno di un minuto. Tra l’altro poi è arrivato lo striscione più bello che mi hanno dedicato, ai festeggiamenti dello scudetto in Piazza Duomo: “Bevo quello che beve Oddo”.


Su Lecce-Milan e le polemiche dopo l’esultanza: “E’ successo che quando segnai tornai a centrocampo e i tifosi rossoneri mi insultarono. Massimo rispetto al Milan per tutto quello che mi ha fatto vincere, ma un conto è esultare prendendo in giro, un conto è alzare le braccia esultando con i compagni come ho fatto io”.

Su El Shaarawy: “Già quando è arrivato al Milan ha messo in mostra subito le sue qualità, poi per un po’ è stato infortunato. E’ un giocatore dalle qualità indubbie ed ha ancora grandissimi margini di miglioramento”.

Sull’avversaria del Milan agli Ottavi: “Se dovessi sceglierne una sceglierei lo Schalke”.

Sul possibile arrivo di Balotelli al Milan: “E’ un giocatore straordinario, può essere un valore aggiunto, almeno in campo”.

Sulla Lazio: “E’ una squadra molto competitiva, organizzata. Credo che la forza della Lazio sia l’allenatore, è una squadra cinica, propositiva, è stato scelto un allenaore che è stato capace di dare un’impronta. La Roma? E’ una squadra fantastica in prospettiva futura, la Lazio è una squadra più pronta, che ha più continuità”.

Sull’undici preferito: “Peruzzi; Cafu, Nesta, Stam, Maldini; Seedorf, Pirlo; Ribery, Kakà, Serginho; Ronaldo”.

Fonte: Tuttomercatoweb.com

rm/cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy