LE VOCI – Ruzzi su Zarate, “Aggredito da Lotito”

LE VOCI – Ruzzi su Zarate, “Aggredito da Lotito”

L’argentino Luis Ruzzi, agente dell’attaccante Mauro Zarate, ha partecipato alla popolare trasmissione Calcio€Mercato per far finalmente chiarezza, in esclusiva su Sportitalia, sui controversi rapporti con il presidente Lotito e, soprattutto, sugli ultimi sviluppi delle vicende che stanno interessando in questi giorni il suo assistito, da tempo ampiamente fuori dal progetto…

L’argentino Luis Ruzzi, agente dell’attaccante Mauro Zarate, ha partecipato alla popolare trasmissione Calcio€Mercato per far finalmente chiarezza, in esclusiva su Sportitalia, sui controversi rapporti con il presidente Lotito e, soprattutto, sugli ultimi sviluppi delle vicende che stanno interessando in questi giorni il suo assistito, da tempo ampiamente fuori dal progetto Lazio. Il sito ufficiale di Alfredo Pedullà, ne riporta stamane gli estratti più significativi.  

 

Queste le prime parole di Ruzzi: “La situazione è ormai insanabile in seno alla Lazio, sono pronto a rispondere a tutte le domande. Innanzitutto non è vero che è andato alle Maldive senza permesso, la società sapeva. Purtoppo c’è un presidente con una prepotenza infinita, è un rapporto a senso unico, c’è di tutto, prepotenza, minacce…io dovrei girare con l’esercito. Lotito mi ha anche aggredito cinque volte.

“Sono mesi che si allena fuori squadra, sempre in orari diversi dai compagni. A Formello ha un armadietto negli spogliatoi delle giovanili, anzi per la precisione negli spogliatoi delle avversarie delle giovanili. Ci sono vessazioni continue. Vorrei capire cosa ha fatto per meritare questa situazione, lui, ma anche Cavanda, Barreto, Foggia, Diakitè e un ragazzo della Primavera. Ne avevo anche parlato con l’AIC, con Damiano Tommasi, di questa situazione, di queste umiliazioni continue, ma nessuno ha fatto niente”.

“Noi vogliamo andare via dalla Lazio, anche senza prendere un centesimo, questa situazione non è più sostenibile, è come se Zarate non esistesse, noi vogliamo soltanto giocare a pallone”. 

Ruzzi adesso si sta soffermando sugli screzi con il ds Igli Tare: “C’è stata antipatia da parte sua sin dagli inizi, perchè Zarate non lo portò Tare, ai tempi non c’era un ds, c’era Sabatini in uscita. Sono sempre state utilizzate maniere forti con Maurito, in netta disparità con tutti gli altri. Sin dai tempi dell’operazione in Qatar, si parlava sempre male della condotta di Maurito, del suo comportamento fuori dal campo. Una volta, al ritorno da una pausa, gli altri sudamericani potevano arrivare il 30 del mese, Maurito doveva tornare il 26, lui arrivò il 28 perchè perse l’aereo e fu montata una storia incredibile”.

Intevengono gli altri ospiti e, ad esempio, vengono chieste a Ruzzi delucidazioni circa la trattativa per il trasferimento alla Dinamo Kiev, della quale lo stesso Lotito aveva parlato durante la finestra invernale di mercato. Questa la risposta dell’agente: “Io avevo detto che parlavamo con tutti, con la Dinamo Kiev, anche con i Los Angeles Galaxy. Sono andato io a parlare a Montecarlo con il presidente della Dinamo, ma la Lazio aveva parlato solo con un intermediario. Io avevo chiuso tutto in 10 minuti ma la Dinamo voleva dare come parziale contropartita Marcos Ruben, ex Villareal, e la Lazio non l’ha voluto”. E tutto questo prima della dichiarazione di Lotito sulla Dinamo Kiev, per farvi capire come sono andate le cose, già la cosa era chiusa e poi Lotito mi ha chiesto di farla io la trattativa, una volta persi i contatti, e di chiedere loro 10 milioni di euro per il cartellino!!”.

Viene chiesto a Ruzzi cosa si può imputare a Zarate, gli si chiedono delucidazioni su -almeno- un errore commesso dall’atleta nel corso della lunga e tormentata esperienza nella capitale. Questa la risposta dell’agente: “Errori un ragazzo giovane ne fa, ma la sua professionalità non è mai stata in discussione. Un errore che posso rimproverargli è quello di aver accettato l’invito della curva nord , quando andò in curva una domenica che non giocava”.

Ci si sofferma brevemente sull’esperienza dello scorso anno all’Inter, perchè vien fatto presente che anche a Milano l’attaccante argentino ebbe problemi, ma Ruzzi parla di Moratti in termini positivi.

Adesso il procuratore sudamericano pone l’accento sulla mancata tutela da parte di Lotito del suo più oneroso investimento: “Lotito si contraddice sempre, non ha mai tutelato nei fatti Mauro, però per lui chiede ancora  10 milioni di euro. Noi pur di andare via abbiamo chiesto la metà dell’ingaggio. Potevamo andare al Genoa se è per questo, ma trattare con Lotito non è cosa fattibile, e Preziosi non poteva darci neanche la metà dell”ingaggio che attualmente prendiamo. L’operazione si poteva fare con un altro grande presidente, che doveva prenderlo e poi girarlo in prestito al Genoa, ma poi a causa della prepotenza di Lotito saltò tutto”.

Ruzzi chiude con la famosa lettera di Zarate antecedente il famoso viaggio alle Maldive, indirizzata alla società e svelata al presidente biancoleste durante un incontro in un ristorante ai Parioli. Nel corpo della missiva si lamentava la situazione di disinteresse nella quale versava il giocatore e si confermava la volontà di ricorrere all’arbitrato per ottenere la rescissione del contratto e il risarcimento del danno. E davanti a tale ipotesi -sostiene Ruzzi- Lotito rispose con la consueta arroganza, facendo capire che, dei tre arbitri, gli altri due li avrebbe fatti nominare lui, uno perchè gli spettava di diritto, l’altro…per altre vie. Si fa riferimento anche all’allegazione di certificati medici che documentavano lo stato di ansia e depressione del giocatore, con relativa prognosi di 30 giorni diagnosticata da uno specialista. In seguito a tale stato psicofisico il giocatore sarebbe poi partito alla volta delle Maldive, però senza l’autorizzazione espressa da parte del club capitolino che tuttavia, come ribadito ancora una volta dal procuratore, era stata informata del viaggio. 

Per deontologia, il presidente Lotito è stato tempestivamente informato circa la presenza di Luis Ruzzi, ma ha ritenuto di non dover intervenire alla trasmissione.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy