LE VOCI – Salas: “Il mio cuore è solo laziale. E vinceremo la Supercoppa”

LE VOCI – Salas: “Il mio cuore è solo laziale. E vinceremo la Supercoppa”

ROMA – Mata la Juve, nel cuore c’è solo la Lazio. Doppio ex, Marcelo Salas, indimenticato centravanti della Lazio dal 1998 al 2001, si confessa in una lunga intervista al Messaggero. Ricorda i trascorsi in biancocelesti, si lancia in un pronostico sulla sfida di domenica sera. Ecco alcune delle sue…

ROMA – Mata la Juve, nel cuore c’è solo la Lazio. Doppio ex, Marcelo Salas, indimenticato centravanti della Lazio dal 1998 al 2001, si confessa in una lunga intervista al Messaggero. Ricorda i trascorsi in biancocelesti, si lancia in un pronostico sulla sfida di domenica sera. Ecco alcune delle sue dichiarazioni:

Cosa ha rappresentato la Lazio nella sua carriera?

“Ha caratterizzato i miei anni più belli e vincenti, mi ha dato la possibilità di confrontarmi con alcuni dei migliori calciatori al mondo. Un’esperienza intensa e indimenticabile, anche se breve”.

Quali sono stati i gol ai quali è rimasto più legato?

“Due in particolare. Quello decisivo realizzato a Monaco, contro il Manchester nella Supercoppa europea, entrando dalla panchina. E quello, sempre determinante, segnato in casa della Juventus, dopo un pallonetto su Iuliano, sempre nel 1998″.

Quindi il suo cuore è sempre biancoceleste?

“Il mio e quello di mia moglie e delle due figlie. Guardiamo sempre in televisione la Lazio, ci teniamo informati, siamo tifosi. Qualche mese fa le ho portate a Formello, hanno visto l’allenamento della squadra. Ho potuto salutare solo Manzini, mi aspettavo un’accoglienza più calorosa…”.

La Snai, nonostante si giochi all’Olimpico, vede nettamente favorita la squadra bianconera.

“Anche nel 1998 eravamo sfavoriti… La Lazio sfrutterà il fattore campo e vincerà ancora la Supercoppa”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy