LE VOCI – Tare: ”Faremo 4-5 acquisti, più i giovani”

LE VOCI – Tare: ”Faremo 4-5 acquisti, più i giovani”

ROMA – Nel day after del trionfo della Lazio Primavera, che grazie al successo in finale contro l’Atalanta si è consacrata Campione d’Italia dopo 12 anni di digiuno, il Direttore Sportivo Tare esprime tutta la sua soddisfazione: ”L’anno scorso, nonostante la sconfitta contro l’Inter, gli feci i complimenti e dissi…

ROMA – Nel day after del trionfo della Lazio Primavera, che grazie al successo in finale contro l’Atalanta si è consacrata Campione d’Italia dopo 12 anni di digiuno, il Direttore Sportivo Tare esprime tutta la sua soddisfazione: ”L’anno scorso, nonostante la sconfitta contro l’Inter, gli feci i complimenti e dissi loro che saremmo tornati in finale per vincere il titolo. Sono molto felice. E’ una vittoria frutto di un lavoro durato tre anni, di una programmazione che ci ha portato a vincere con la squadra più giovane della categoria. Oltretutto la maggiorparte dei calciatori provengono dal nostro settore giovanile – 7 su 10 nel 2012 e 6 su 10 quest’anno -, ma i complimenti vanno soprattutto a mister Bollini, che ha centrato due finali su due e da tre anni si qualifica alle Final Eight. Il suo lavoro è stato fondamentale, ma siamo solo all’inizio: il nostro progetto è di creare una vera e proria Accademia (con tanto di scuola e clinica), con tutto il settore giovanile laziale all’interno delle mura di Formello, dove i ragazzi possono  essere costantemente seguiti”.

BILANCIO E DERBY”Abbiamo vissuto un’annata postiva, con più alti che bassi. ora è tempo di gettare le basi per il progetto futuro, figlio di una programmazione che porterà alla crescita di giovani promettenti e l’inserimento di calciatori di valore. Vincere il derby ha fatto entrare i ragazzi nella storia, giorno dopo giorno ci rendiamo conto di quanto sia stato grande vincere questa “guerra” sportiva. Perdere sarebbe stato un’ingiustizia, perchè in europa abbiamo dominato per larghi tratti della stagione e meritavamo la qualificazione in Europa Legaue”.

APPELLO AI TIFOSI”Vogliamo vincere e lottare per le posizioni di testa del campionato, come abbiamo fatto vedere in campo europeo, ma per fare questo c’è bisogno che la piazza capisca l’importanza del nostro lavoro e ci sostenga. Vanno ringraziati con il cuore, tutti quei tifosi che ovunque vanno a sostenere la Lazio, però è fondamentale presentarsi allo stadio in massa, non con i 28mila spettatori visti in alcune partite chiave. Bisogna trasmettere il senso d’appartenenza e il peso di questa maglia alla gente che ci è vicino.  Il nostro obbligo, come società, è quello di lavorare sodo per loro e farli sentire parte del progetto”

MERCATO E PEREA” Il problema che il 99% dei nomi che sento non sono veri, come nel caso di Mavraj. E’ un calciatore fantastico, mi piace tanto perchè ha grande esperienza, ma non l’abbiamo mai contattato perchè sappiamo cosa vogliamo. Poi non è che se vado in Albania ci debba andare per il mercato, perchè oltre ad avere la famiglia lì o anche diritto a fare dei viaggi al di fuori del mio lavoro. Ad esempio non ho viaggi in programma in Brasile, o potrei anche andarci per vedere la Confederation Cup, ma se dovesse cambiare qualcosa ci potrei anche andare. Perea? E’ un giocatore che potrà essere la sorpresa del campionato italiano, sempre che non gli venga messa troppa pressione e che non si faccia l’errore di giudicarlo dopo duie giornate, come avvenuto in passato(riferimento a Lulic ndr). Servirà la giusta accoglienza”.

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy