LE VOCI – Venturin: “Derby? In questo momento…”

LE VOCI – Venturin: “Derby? In questo momento…”

Giorgio Venturin un metronomo di centrocampo che prima con il Torino, poi con Lazio e Cagliari ha dimostrato le sue capacità di saper dirigere un intero reparto, analizza in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com la gara tra gli isolani ed i biancocelesti di domenica sera proiettandosi anche al derby di…

Giorgio Venturin un metronomo di centrocampo che prima con il Torino, poi con Lazio e Cagliari ha dimostrato le sue capacità di saper dirigere un intero reparto, analizza in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com la gara tra gli isolani ed i biancocelesti di domenica sera proiettandosi anche al derby di Coppa Italia.

90′ minuti alla fine del campionato, il Cagliari non ha più nulla da chiedere, è ormai salva da tempo mentre la Lazio si gioca una qualificazione in Europa con la solita Udinese quante possibilità hanno i biancocelesti secondo te?

 

‘Le possibilità ci sono ma dipende da altri risultati, questo penso sia un momento delicato perché la partita più importante sarà quella del 26 maggio. È una partita molto più importante per la Lazio perché si gioca ancora tanto, per il Cagliari si tratta di una partita di  fine stagione, i giochi sono fatti ed i rossoblu non hanno più nulla da chiedere’.

 

Il Cagliari ha vissuto una buona stagione sul campo, meno buona l’hanno passata i suoi tifosi che non hanno trovato pace per seguire la loro squadra, che idea ti sei fatto di questa situazione che penalizza come al solito i tifosi?

 

‘Obiettivamente è stata vicenda tristissima, è vero che quelli che ci hanno rimesso i tifosi, ma credo che anche la squadra non abbia vissuto bene questa situazione perché giocare un campionato senza la possibilità di avere il sostegno della propria tifoseria non è piacevole, il fattore campo è fondamentale, specialmente per squadre che ogni anno devono lottare per salvarsi’.

 

Ti faccio tre nomi: Nainggolan, Sau ed Ibarbo, sono pronti per una grande squadra?

 

‘Sono sicuramente tre ottimi giocatori, il più talentuoso secondo me e Ibarbo, il colombiano ha delle doti fisiche impressionanti ed è anche molto tecnico. Il più pronto invece secondo me è Nainggolan che ha dimostrato tanto e con buona continuità. Sau è un buon giocatore sicuramente ma deve confermarsi’.

 

Hernanes è considerato uno dei centrocampisti del campionato: 37 gol in tre stagioni con la Lazio. La crescita della squadra passa per una sua conferma, visto che si parla dell’interesse di molte squadre per il brasiliano?

 

‘Assolutamente sì, a meno che se se ne dovesse privare dovrebbe arrivare un giocatore di pari valore. Di centrocampisti con le sue caratteristiche non ne vedo tanti in giro, anzi. La Lazio se dovesse vendere Hernanes dovrebbe mettere mano al portafogli. Credo che sia per le qualità tecnico calcistiche che per quelle umane sia un ragazzo sul quale puntare in maniera decisa per i prossimi anni’.

 

Derby in finale di Coppa Italia, come si affronta una partita come questa che avrà un’importanza fondamentale per la storia calcistica di questa città?

 

‘È la partita dell’anno, c’è un trofeo in palio, un trofeo importante. Non è mai accaduta una finale secca tra le due squadre quindi è sicuramente la partita per eccellenza. La squadra che la spunterà sarà quella che probabilmente avrà mantenuto i nervi saldi e avrà sprecato meno energie mentali e fisiche. Sarà una novità per tutti ma va affrontata come una finale, non solo come un derby è una partita secca, un dentro o fuori, a livello ambientale un’emozione unica’.

 

Sta meglio la Lazio o la Roma?

 

‘In questo momento vedo un 50% di possibilità per ogni squadra, valori  delle due compagini sono importanti. La Lazio dopo un momento di flessione mi sembra si sia ritemprata in maniera importante quindi prevedo una partita veramente equilibrata’.

 

Fonte: Calciomercato.it

 

Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy