Ledesma,serve lavorare

Ledesma,serve lavorare

ROMA – Ieri la sua prestazione non è stata delle migliori, ma, con l’ingresso di Onazi, si è mosso meglio. Ledesma conferma il tutto ai microfoni di SportItalia: “Ormai lui e Rozzi fanno parte del gruppo. Dobbiamo essere orgogliosi di questi giovani e farli crescere senza troppe pressioni”. Vero, pressioni…

ROMA – Ieri la sua prestazione non è stata delle migliori, ma, con l’ingresso di Onazi, si è mosso meglio. Ledesma conferma il tutto ai microfoni di SportItalia: “Ormai lui e Rozzi fanno parte del gruppo. Dobbiamo essere orgogliosi di questi giovani e farli crescere senza troppe pressioni”. Vero, pressioni che all’Olimpico un po’ sono arrivate quando, al fischio finale, la Lazio è uscita fra i fischi: “I giornalisti ci tengono tanto a sottolinearli, ma la gente ci ha accompagnato fino alla fine ed anche l’anno scorso è stato cosi nei momenti difficili. Sono sicuro che ci saranno vicini anche in questa stagione perché così è stato nella storia della Lazio. I fischi ci stanno e basta, ma sottolineate anche l’attaccamento ai colori.” Alla Lazio manca qualcosa: “Non è facile passare da certe idee tattiche ad altre. Siamo tutti calciatori esperti ma comunque dobbiamo ancora prendere fiducia. I risultati non ci soddisfano. Accade spesso che subiamo gol e non riusciamo a segnare. Non è un problema degli attaccanti ma della squadra interna. Bisogna continuare a lavorare e migliorare. C’è stata reazione ma per arrivare a fare quelo che il Mister vuole serve ancora lavoro. Ci manca cinismo, ma manca a tutti, non solo alle punte”.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy